Ancora una volta…

Di Enzo Ragusa

Ancora una volta siamo costretti a smentire l’ennesima notizia girata sul web nei giorni scorsi di una possibile quanto improbabile tempesta geomagnetica, generata da un filamento emerso sulla fotosfera solare nei giorni scorsi che avrebbe dovuto verificarsi nella giornata di ieri 8 novembre, ma che, come anticipato non si è verificata.

Chiaramente in molti, leggendo la notizia, ci hanno chiesto allarmati lumi in merito e le possibili conseguenze che avrebbe potuto causare tale tempesta.

Puntualmente, e non è la prima volta, noi di Attività Solare abbiamo dovuto smentire tale notizia, spiegando che il rilascio di particelle emesse dal Sole non avrebbe causato la benché minima preoccupazione, essendo molto debole e che tutt’al più avrebbe potuto generare un semplice aumento dell’indice K fino a 4, che non viene neppure menzionata tra le più basse tempeste solari (K5 provoca una debole tempesta classificata G1 con lievi aurore polari alle alte latitudini).

 

solarham

 

Nel grafico poco sopra, che rappresenta l’andamento degli ultimi giorni dell’indice planetario K, si nota come nella giornata di ieri questo importante indice non abbia mai superato la soglia 2 rimanendo quindi molto al di sotto della soglia 5, prerogativa per generare debolissime tempeste classificata G1.

Ci piacerebbe non dover più perdere tempo in smentite simili, dedicando il nostro poco tempo ad altre tematiche che prossimamente saranno molto più importanti…. ma purtroppo ho il sentore che il mio sia un sogno irrealizzabile.

Enzo
Attività Solare