ANCORA UNA REGRESSIONE DEL NORD EMISFERO E DELLA MEDIA AVGF! CAMPO MAGNETICO SEMPRE PIU’ IN STALLO!!

Come nostra consuetudine, diamo uno sguardo all’ultimo aggiornamento di oggi del WSO, Polar Field, sui dati raccolti dal prestigioso osservatorio di Wilcox, Solar Observatory della Stanford University, dei dati sul campo magnetico solare.
Dobbiamo segnalarvi ancora una volta un altro arretramento! Ormai diventati più una consuetudine che un’eccezione, che certamente inizia più che incuriosire, a preoccupare tutta la comunità astrofisica mondiale.

Dunque continua lo stallo dei due emisferi e del valore mediato del polar field con stallo ormai cronico del ciclo 24.

I dati aggiornati al 21 febbraio 2014 usciti oggi:

2014:02:21_21h:07m:13s    -1N   -6S    3Avg   20nhz filt:    2Nf  -17Sf    9Avgf

I dati invece aggiornati all’11 febbraio 2014:

2014:02:11_21h:07m:13s    -3N   -7S    2Avg   20nhz filt:    3Nf  -17Sf   10Avgf

Come possiamo notare l’emisfero nord (Nf), da 3 scende a 2, ormai vicinissimo alla controinversione! Mentre l’emisfero sud (Sf) rimane stabile a -17, quindi anche l’emisfero sud, nonostante il solar max va in stallo!

Ancora un’altra retrogressione anche per quanto riguarda il Global Field (Avgf), cioè il valore mediato dei 2 emisferi che da 10Avgf scende di un punto portandosi a 9Avgf.

Adesso il momento diventa davvero delicatissimo, per cui mese di marzo che potrebbe diventare decisivo! Se avverrà la controinversione, dell’emisfero nord, come ormai sembra probabile, questo sarebbe un evento senza precedenti nella storia contemporanea della fisica solare, rimettendo in discussione addirittura il ciclo 24 con un possibile aborto del ciclo. Questo sarebbe il preludio ad un minimo molto profondo, per ingresso di una fase monopolare della stella che porterebbe certa asimmetria dei 2 emisferi con probabile profondo minimo solare in stile Mauder. Questa possibile dinamica, potrebbe avvalorare la teoria degli scienziati russi sulla possibilità di “Reversione Polare INCOMPLETA” che da studi accademici, avvenne nel Maunder’s Minimum.

 

mag.big

 

Ma attendiamo i prossimi aggiornamenti per poter darvi ulteriori informazioni.

Viviamo in tempi interessanti….  😉

Enzo
Solar Activity 

 

  • da noi è così..

     
  • Ma non è mica un evento catastrofico repentino come può esserlo l impatto di un meteorite ! ..però neanche continuare a divulgare il riscaldamento globale come stanno facendo le agenzie governative sul clima, cioè dire l esatto contrario di ciò che sta verificandosi .. ci si può e ci si deve organizzare, studiare strategie alternative, fare fronte comune fra le nazioni, unire le forze, prepararsi quanto meno .. senza panico ne allarmismi, si tratta cmq di un fenomeno decennale anche se progressivo ..ma non è certo l impatto di un meteorite x cui debba diffondersi il panico, che diamine!

     
  • Io credo che voi abbiate ragione. Il sole è l’artefice delle variazioni climatiche terrestri. Hanno infilato la via della causa antropica per guadagnare sulla nostra pelle e sulla nostra ignoranza. Ed ora è probabile sappiano che finiremo più o meno congelati. Ma mi pongo anche delle domande: ammesso che qualcuno voglia dare un concreto allarme e che questo venga preso sul serio, la popolazione come reagirebbe? Dove scapperebbe? In che modo? E che panico inutile e pandemonio ne verrebbe fuori? In realtà, la maggior parte della popolazione (sicuramente io sono tra quelli) è l’equivalente di un topo in trappola e nulla si potrebbe fare… Solo aspettare e sperare di cavarsela (che sarà dura!!), così come è sempre stato. Prepararsi psicologicamente potrebbe, per molti, solo aumentare l’agonia, prolungandola… Meglio godersi qualche giorno di sole… forse…

     
    • cambiamenti di una certa importanza le sperimenteranno le prossime generazioni..secondo me noi vivremo solamente frammenti di estremizzazzioni ….noi in italia poi come soddisfazzioni meteo climatiche nemmeno con una peg sotto il culo ne avremmo benefici..questo paese do sole è stata ed è la nostra piu grossa fregatura…..se fossimo nati negli states di ere glaciali temporanee ne avremmo fatto la collezzione minimi solari o no….altro che

       
    • Io invece mi divertiro’ parecchio

       
    • Non credo si tratti di chi si riuscirà a divertire a palle di neve… Si parla anche di terremoti. Forse è vero che qua da noi per qualche anno ancora sarà “solamente frammenti di estremizzazzioni”, ma per quanto riguarda il ceto medio e basso credo che sia già anche troppo da sopportare, e presto si vedranno le conseguenze, purtroppo anche da noi.

       
    • Ovviamente. E’ implicito che quando inizieremo a vedere l’orso siberiano a piena potenza come nei peggiori inverni della PEG pregheremo per un po’ di azzorre. Fino ad allora, finche’ basteranno i raccolti, godiamoci la situazione. Per inciso credo che la prossima potrebbe essere l’ultima e piu’ fredda PEG di tutto l’olocene, prima della
      grande discesa. Altro che Maunder. Chi vivrà (io di sicuro) vedrà. Buona controinversione a tutti 😀

       
    • Enzo ormai la strada è segnata…

       
    • Quando avverrà noi saremo già di là…..e questo è certo…bella grazia se vedremo dei inverni decenti e qualche storico inverno uno ogni 23 anni…tutto il resto è biblico-climatologia…ovvio che se abitassi in scandinavia non avrei scritto queste parole…ma qua in Italia..la vedo dura

       
  • secondo me per ora è sbagliato mettere allerte (per non cadere nello stesso errore di chi da anni allerta verso proiezioni future opposte). aspettiamo il susseguirsi degli eventi, facciamo le opportune analisi e tiriamo giu’ delle conclusioni senza la pretesa di averne la certezza della veridicità (il giusto approccio scientifico) 😉

     
    • Infatti in tutti i miei scritti non vi sono certezze ma teorie ben suffragate da studi scientifici. Certo, non possiamo neppure metterci le bende agli occhi e tirare dritto pensando che non succeda mai nulla. E neanche credere a tutto quello che ci dice una parte di scienza, se poi così la possiamo chiamare solo a scopo di lucro. Ma credo sia anche giusto informare le persone di quello che potrebbe accadere mettendole in guardia e preparandole psicologicamente. Enzo

       
  • Tutto questo è semplicemente pazzesco .. nell ultimo millennio se ne sono verificati almeno 5 o 6 di questi minimi solari, tutti storicamente documentati .. e all epoca non c erano certo emissioni globali antropiche di co2 ne si può pensare certo a fenomeni astromici millenari come la precessione degli equinozi, l inclinazione dell asse di rotazione terrestre o allungamenti orbitali ..quindi il principale artefice di tutte queste peg non può che essere l attività magnetica solare, che sappiamo essere non costante nel tempo .. se non dicono nulla alle popolazioni verranno accusati di crimini contro l umanità e si meriteranno la sorte peggiore che possa capitare loro …e cioè carcere a vita senza riscaldamento in Norvegia ahah

     
  • Comportamento normale x il sole, certo, se visto in un ottica, in un finestra temporale secolare o millenaria .. ma nn x il nostro clima globale dei prox 70/90 anni, che diamine!!

     
  • Ci stiamo avvicinando sempre più all “orizzonte degli eventi” ..al punto di non ritorno ..domanda: se a breve si avrà una situazione di stallo magnetico conclamato e certo, con monopolarita’ del CMS, che ci introdurra’ in un piu che probabile Maunders Minimum, gli organi di informazione nazionali ed internazionali, stampa e tv, dovrebbero come minimo allertare le popolazioni, cioè affermarlo pubblicamente ..x ché invece questo silenzio stampa su di un fenomeno globale così clamoroso e dalle conseguenze cosi rilevanti x tutta l umanità ??!!

     
    • Semplice, perchè la scienza di una certa schiera e sappiamo quanti sono che appoggiano l’AGW, ma soltanto per inreressi, non crede che il sole possa modificare il clima sia nel breve periodo che nel lungo periodo… 😀 Enzo

       
  • Enzo, pensa che ci sono pagine FB, gestite da laureati che dicono che è tutto normale questo comportamento solare !!!

     
  • Badate bene che qui ora non si scherza più! Qui le strade sono tutte aperte. Vi confesso che non seguo più molto gli SSN ma analizzo sempre con attenzione le situazioni elettromagnetiche stellari che evidenziano lo stato davvero poco rassicurante del sole! Enzo