ANALISI SISMICA 3 SETTEMBRE (2014 VS 2013)

Il giorno 3-9-2014 abbiamo avuto 64 terremoti, il più forte è avvenuto all’interno delle placca dell’isola di Pasqua, molto vicino al confine di faglia divergente della placca Pacifica.

Magnitude Mw 5.9
Region EASTER ISLAND REGION
Date time 2014-09-03 20:34:00.5 UTC
Location 26.49 S ; 114.77 W
Depth 10 km
Distances 3714 km E of Papeete, French Polynesia / pop: 26,357 / local time: 10:34:00.5 2014-09-03
4257 km SW of Lima, Peru / pop: 7,737,002 / local time: 15:34:00.5 2014-09-03
4296 km W of Santiago, Chile / pop: 4,837,295 / local time: 16:34:00.5 2014-09-03

10426823_10152224996905667_6924249369908500846_n 10426823_10152224996905667_6924249369908500846_n

Inseriamo  le scosse dal 5.0 in su:

11 over 5

2014-09-03 23:34:15.0 18.88 N 81.41 W 2 5.3 CAYMAN ISLANDS REGION
2014-09-03 20:34:00.5 26.49 S 114.77 W 10 5.9 EASTER ISLAND REGION
2014-09-03 20:28:23.7 26.48 S 115.06 W 10 5.1 SOUTHERN EAST PACIFIC RISE
2014-09-03 15:14:53.5 10.86 S 162.15 E 40 5.1 SOLOMON ISLANDS
2014-09-03 13:43:59.0 15.16 N 122.59 E 10 5.1 PHILIPPINE ISLANDS REGION
2014-09-03 11:34:38.6 15.03 S 173.40 W 2 5.7 TONGA
2014-09-03 10:01:03.9 18.96 N 81.37 W 2 5.1 CAYMAN ISLANDS REGION
2014-09-03 08:13:27.8 15.11 S 173.55 W 10 5.4 TONGA
2014-09-03 07:43:30.7 14.99 S 173.44 W 2 5.8 SAMOA ISLANDS REGION
2014-09-03 07:24:19.5 36.91 N 139.52 E 10 5.0 EASTERN HONSHU, JAPAN
2014-09-03 03:09:56.3 64.81 N 17.41 W 2 5.4 ICELAND

Dunque giornata violenta.

—————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Parziale sismi dal 5.0 in su (2014)

1 Over 8

7 Over 7

101 Over 6

1073 Over 5

Parziale sismi dal 5.0 in su Settembre (2014)

18 Over 5

Parziale terremoti Settembre (2014) 201

Parziale terremoti (2014) 24023

—————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Confronto con il giorno 3-9-2013

Terremoti registrati 89

La scossa più forte è avvenuta all’interno della placca Juan de Fuca, molto vicino al confine di faglia, dove avviene la subduzione con la placca Nordamericana.

Magnitude Mw 6.1
Region QUEEN CHARLOTTE ISLANDS REGION
Date time 2013-09-03 20:19:07.0 UTC
Location 51.13 N ; 130.36 W
Depth 2 km
Distances 4011 km NW of Ottawa, Canada / pop: 812,129 / local time: 16:19:07.0 2013-09-03
585 km NW of Victoria, Canada / pop: 289,625 / local time: 13:19:07.0 2013-09-03
476 km S of Ketchikan, United States / pop: 8,050
345 km S of Kitimat, Canada / pop: 8,987 / local time: 13:19:07.0 2013-09-03

10426823_10152224996905667_6924249369908500846_n 10426823_10152224996905667_6924249369908500846_n

Inseriamo  le scosse dal 5.0 in su:

1 over 6, 5 over 5

2013-09-03 23:46:55.0 5.40 N 125.86 E 135 5.2 MINDANAO, PHILIPPINES
2013-09-03 22:29:35.0 51.18 N 130.34 W 9 5.5 QUEEN CHARLOTTE ISLANDS REGION
2013-09-03 21:25:18.0 51.19 N 130.18 W 10 5.3 QUEEN CHARLOTTE ISLANDS REGION
2013-09-03 20:19:07.0 51.13 N 130.36 W 2 6.1 QUEEN CHARLOTTE ISLANDS REGION
2013-09-03 01:03:54.0 34.19 S 56.45 E 10 5.3 SOUTH INDIAN OCEAN
2013-09-03 00:41:48.0 33.72 S 56.20 E 10 5.4 SOUTHWEST INDIAN RIDGE

Dunque giornata normale.

 —————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Parziale sismi dal 5.0 in su (2013)

1 Over 8

13 Over 7

89 Over 6

1055 Over 5

Parziale sismi dal 5.0 in su Settembre (2013)

3 Over 6

10 Over 5

Parziale terremoti Settembre (2013) 288

Parziale terremoti (2013) 24763

—————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Riepilogo

2014  20-9    2013 Gennaio (2 giorni chiusi in pareggio)

2014  15-13  2013  Febbraio

2014  19-10 2013  Marzo (2 giorni chiusi in pareggio)

2014  18-11 2013 Aprile (1 giorno chiuso in pareggio)

2014 12-19  2013 Maggio

2014   4-25   2013 Giugno (1 giorno chiuso in pareggio)

2014   7-24  2013  Luglio

2014    6-25  2013 Agosto

2014    0-3    2013 Settembre

Andrea

 

  • giusy

    Grazie per la risposta! Ma tra Sicilia e Calabria si intende vicino lo stretto?

     
    • Si dovè c’è il confine di faglia tra le due macro placche: Euroasiatica e Africana. In queste settore il 7 si è visto più volte:

      Ecco l’elenco dei sismi sopra il 7 che si sono registrati negli ultimi 2000 anni inItalia

      21.07.365 SICILIA
      (CRETA) 8.0 Il primo evento “universale” data la sua vastità, tra i più potenti di tutti i tempi in Europa. Epicentro a sud di Creta. Danni rilevanti in tutto il Mediterraneo ed associato ad uno tsunami che devastò anche le coste della Sicilia orientale

      05.12.1456 ABRUZZO- MOLISE – CAMPANIA 7.1 Riscontrato in 200 siti. Tra i più forti di tutti i tempi in Italia e complesso dal punto di vista sismotettonico. Potrebbe essere costituito da una sequenza sismica di più eventi che avrebbero sommato i loro effetti (epicentri nel Sannio, sul fiume Pescara e nel Matese). Avvertito dall’Abruzzo alla Calabria, da L’Aquila a Lecce. A Napoli ingenti danni e crolli di chiese, segnalati pure movimenti anomali del livello marino. Tra i centri più colpiti: Ariano Irpino, S. Giorgio del Sannio, Bojano, Grottaminarda, Vinchiaturo, Isernia (1500 morti), Teramo, Rivisondoli. Roccaraso, Castel di Sangro, Frosolone, Cerro, Forlì del Sannio. Segue uno tsunami che colpisce le coste ioniche tra Taranto e Gallipoli. Stimati dai 20mila ai 30mila morti

      27.03.1638 CALABRIA TIRRENICA 7.0 Sisma devastante, riscontrato in oltre 200 siti. Epicentro tra Confienti e Nicastro. Distrutti almeno 100 centri abitati tra cui in particolare Carpanzano e Martirano. Gravi danni a Cosenza, Sant’Eufemia (ricostruita in altro sito), Borrello e Nicastro. Colpite le valli del Crati e del Savuto oltre alle Serre. Circa 10mila morti. Leggero tsunami, con ritiro del mare, a Pizzo

      11.01.1693 SICILIA ORIENTALE 7.4 Il sisma più violento mai registrato in Italia. Ancora dibattuta la sede esatta dell’epicentro (in mare?). Una cinquantina le città rase al suolo tra cui Modica, Buscemi, Sortino, Noto, anche Catania. Devastata tutta la val di Noto. Gravi danni a Caltagirone, Siracusa, Augusta. Edifici lesionati a Messina, Reggio Calabria, Malta. Seguono repliche per quasi due anni. Molti paesi verranno ricostruiti in altro sito. Morti accertati 54mila, probabili 60mila. Nella sola Catania muoiono 16mila persone, a Ragusa il 50% della popolazione. Segue uno tsunami lungo 200 km di costa, da Messina al Golfo di Noto, con run-up di 12 metri ed ulteriori ingenti danni

      0.02.1743 SALENTO 7.0 Epicentro nel Canale di Otranto. Scossa serale, poco prima della mezzanotte. Semidistrutti Nardò (dove muoiono almeno 100 persone) e Francavilla Fontana. Danni rilevanti a Lecce ed in tutto il Salento. A Brindisi crollano diversi edifici e la cattedrale rimane seriamente lesionata. Effetti anche sulla sponda orientale dello Jonio, crolli pure a Corfù. Circa 250 vittime

      28.12.1908 STRETTO DI MESSINA 7.1 Il terremoto più grave del Novecento in Italia, il più forte degli ultimi 200 anni. Messina e Reggio rase al suolo. Gravissimi danni anche a Ganzirri, Pace e Villa S. Giovanni. Scosse avvertite fino a Napoli e Campobasso. Mai accertato con esattezza il numero dei morti, certamente superiore a 60mila e prossimo a 80mila. Ancora dibattuta la questione dell’epicentro: o in terra, tra Archi e Gallico, oppure nello Stretto, davanti a Reggio. Associato un violento tsunami, con run-up fino a 12 metri, dovuto principalmente ad una frana sottomarina originatasi davanti Giardini Naxos. Tsunami che colpisce sia la costa siciliana che quella calabrese, con danni ingenti ma numero di vittime limitato

      13.01.1915 MARSICA 7.0 Evento fortemente distruttivo, paragonabile a quello di Messina del 1908. Epicentro nella conca del Fucino, a sud-est di Paterno. Avvertito dalla Basilicata al Veneto, 370 i siti colpiti, una cinquantina i paesi rasi al suolo. Avezzano il centro più colpito: scompare più dell’80% degli abitanti! In totale almeno 30mila morti, forse 35mila: il 25% dell’intera popolazione abitante nell’area interessata. Gravemente colpita anche la valle del Liri, nel Lazio. Tra i paesi distrutti: Capistrello, Celano, Cese, Collarmele, Paterno, Scanno, Gioia dei Marsi, Magliano, Pescina (50% degli abitanti scompaiono), Sora (3000 morti), Arpino, Pescosolido, Isola Liri. Grandi sconvolgimenti nel territorio, con frane e voragini. Un’ipotesi, mai verificata, pone come possibile concausa di questo evento il prosciugamento del Fucino

       
  • giusy

    Ma l ipotetico terremoto di 7,5 che hanno previsto gli esperti in Italia tra Calabria e Sicilia sara’ nello stretto di Messina o in calabra? Cosa intendono con “tra Calabria e Sicilia”? Faccio tutte queste domande perché sono della Calabria e ovviamente preoccupata!

     
    • Secondo studi recenti, ha in teoria tempi di ritorno tra i 600 e i 1000 anni. Ma basta anche un 6 per mettere in ginocchio l’Italia, soprattutto verso sud, dove la prevenzione sismica lascia a desiderare…