ALTRO STUDIO MOSTRA COME L’ANTARTIDE AUMENTI ANCORA MASSA DI GHIACCIO – L’ACCUMULO DI NEVE E’ IL “PIU’ ALTO CHE ABBIAMO VISTO NEGLI ULTIMI 300 ANNI”

Mentre i Wailers, oltre ai Media Matters, lamentano pretese di “distorsioni” nel recente comunicato stampa della NASA sull’aumento della massa di ghiaccio in Antartide a causa dell’aumento delle nevicate nel corso degli ultimi 10.000 anni, …

Un nuovo studio della NASA afferma che un aumento dell’accumulo di neve in Antartico, che ha avuto inizio 10.000 anni fa, sta attualmente aggiungendo abbastanza ghiaccio per il continente superando così le maggiori perdite dai suoi ghiacciai.

 

Un nuovo studio è stato annunciato congiuntamente da AGU e BAS, affermando che i guadagni nel 20° secolo per la zona occidentale Antartica sono ai “più alti livelli che abbiamo visto negli ultimi 300 anni”.

Dalla AMERICAN GEOPHYSICAL UNION (AGU) e dal BRITISH ANTARCTIC SURVEY (BAS):

L’accumulo di neve nella zona occidentale antartica è aumentata del 30% nel corso del 20° secolo, secondo uno studio.

Liz-Thomas-measuring-the-ice-core-in-the-field-300x225

WASHINGTON, DC – L’accumulo annuale di neve sulla calotta di ghiaccio dell’Antartide occidentale è aumentato drammaticamente durante il 20° secolo, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista American Geophysical Union journal Geophysical Research Letters.

La ricerca offre agli scienziati nuove informazioni sulla copertura di ghiaccio in Antartide. Capire come la calotta di ghiaccio cresce e si riduce nel tempo migliora la comprensione degli scienziati nei processi che hanno un impatto a livello globale del mare, secondo gli autori dello studio.

Il nuovo studio ha utilizzato le carote di ghiaccio per stimare l’accumulo nevoso annuale nel periodo dal 1712 al 2010 lungo la costa occidentale dell’Antartide. Fino al 1899, l’accumulo nevoso annuale è rimasto costante, con una media che va da 33 a 40 centimetri (13 a 16 pollici) di acqua, o neve fusa, all’anno nelle due località.

L’accumulo nevoso annuale è aumentato nei primi anni del 20° secolo, un aumento del 30% tra il 1900 e il 2010, secondo il nuovo studio. Gli autori hanno scoperto che negli ultimi 30 anni, lo strato di ghiaccio ha guadagnato quasi 5 metri (16 piedi) di quanto abbia guadagnato durante i primi 30 anni del periodo di tempo preso in esame.

“Dal momento che il record è lungo 300 anni, possiamo vedere come la quantità di neve che si è accumulata in questa regione dal 1990 è la più alta che abbiamo mai visto negli ultimi 300 anni. L’aumento del 20° secolo assume un aspetto insolito”, ha detto Elizabeth Thomas, una paleoclimatologa della British Antarctic Survey di Cambridge, Regno Unito, e autrice principale del nuovo studio.

La Dottoressa Thomas attribuisce il maggior accumulo di neve annuale agli ultimi 30 anni, in parte a una intensificazione del sistema di bassa pressione regionale con la presenza di un numero maggiore di tempeste nella regione. Gli autori dello studio hanno anche affermato che queste tempeste potrebbero aumentare con il cambiamento climatico, e che potrebbero portare a ulteriori aumenti dell’accumulo di neve.

antarctic-ice-sheets-map

 

Per chi volesse approfondire lo studio qui il press release 

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/2015GL065750/abstract?campaign=wlytk-41855.5282060185

Enzo
Attività Solare