49 SCIENZIATI EX NASA INVIANO UNA LETTERA DI CONTESTAZIONE SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI

Screenshot-2016-02-06-at-05_09_07-PM

Di Gus Lubin Apr. 11, 2012, 7:10 AM

La seguente lettera chiede espressamente all’agenzia di tenere le dovute distanze dai modelli climatici e di limitare la loro posizione di ciò che può essere empiricamente dimostrato, la lettera è stata inviata da 49 ex scienziati e astronauti della NASA.

 

La lettera critica in particolare l’Istituto Goddard per gli studi spaziali, dove il direttore Jim Hansen e il climatologo Gavin Schmidt sono stati sostenitori espliciti per le azioni intraprese.

Il comunicato stampa con la lettera allegata:

 

PER RILASCIO IMMEDIATO

Contact: Blanquita Cullum 703-307-9510 bqview a mac.com

Lettera congiunta per l’amministratore della NASA sulla politica intrapresa dall’agenzia di non ignorare l’evidenza empirica.

 

HOUSTON, TX – 10 Aprile 2012.

49 ex scienziati e astronauti della NASA hanno inviato una lettera all’amministratore della NASA Charles Bolden la scorsa settimana, ammonendo l’agenzia di un suo discutibile ruolo nel sostenere un alto grado di certezza sulla CO2 antropica che sarebbe una delle principali cause del cambiamento climatico, trascurando così l’evidenza empirica.

Il gruppo, che comprende sette astronauti delle missioni Apollo e due ex amministratori della Johnson Space Center della NASA a Houston, dicendosi costernati dal fallimento della NASA, e in particolare dell’Istituto Goddard per gli studi spaziali (GISS), chiedendo di trarne valutazioni oggettive di tutti i dati scientifici disponibili sui cambiamenti climatici. Essi fanno pesare il fatto che la NASA si basi troppo pesantemente sui modelli climatici complessi che si sono dimostrati scientificamente inadeguati nel predire il clima con uno o due decenni in anticipo.

H. Leighton Steward, presidente del no-profit, afferma che le piante hanno bisogno di anidride carbonica (CO2), osservando che molti degli scienziati ex NASA nutrono dubbi sul significato della teoria sulla CO2 e sul cambiamento climatico e di mostrare preoccupazioni per la difesa della NASA sulla questione. Pur facendo le presentazioni alla fine del 2011 a molti dei firmatari della lettera, Steward si rese conto che gli scienziati della NASA avrebbero dovuto esprimere le loro osservazioni alla NASA e al GISS.

“Questi eroi americani – gli astronauti che hanno esplorato lo spazio, gli scienziati e gli ingegneri che li hanno messi lì – stanno semplicemente affermando la loro preoccupazione per l’estrema difesa della NASA su una teoria non dimostrata”, ha detto Leighton Steward. “C’è una preoccupazione seria perché se si scopre che la CO2 non è una delle principali cause del cambiamento climatico, la NASA ci avrà rimesso la propria reputazione, con gli attuali ed ex dipendenti della NASA, e anche a rischio la stessa reputazione della scienza con la sfiducia del pubblico verso l’ente”.

Selezionando alcune frasi della lettera:

• “La difesa sfrenata della CO2 di essere la causa principale dei cambiamenti climatici è disdicevole per la storia della NASA, facendone una valutazione oggettiva di tutti i dati scientifici disponibili prima di prendere decisioni o dichiarazioni pubbliche.”

• “Crediamo che le affermazioni da parte della NASA e del GISS, che l’uomo con le proprie emissioni di anidride carbonica stia avendo un impatto catastrofico sul cambiamento climatico globale non sia affatto motivata.”

• “Chiediamo che la NASA eviti di includere osservazioni non provate e non supportate nelle sue versioni future e nei siti web su questo argomento.”

Il testo integrale della lettera:

28 marzo 2012

L’Onorevole Charles Bolden Jr.
amministratore della NASA
NASA Headquarters
Washington, DC 20546-0001

Caro Charlie,

Noi, sottoscritti, chiediamo rispettosamente che la NASA e l’Istituto Goddard per gli studi spaziali (GISS) di astenersi dall’includere osservazioni non provate con rilasci pubblici e nei siti web. Crediamo che le affermazioni da parte della NASA e GISS, che l’anidride carbonica antropica sta avendo un impatto catastrofico sul cambiamento climatico globale non è motivata, soprattutto se si considerano migliaia di anni di dati empirici. Con centinaia di noti scienziati del clima e decine di migliaia di altri scienziati che dichiarano pubblicamente la loro incredulità nelle previsioni catastrofiche, provenienti soprattutto da parte della leadership GISS, è chiaro che la scienza non è risolta.

La difesa sfrenata che la CO2 possa essere la causa principale dei cambiamenti climatici è disdicevole nella storia della NASA e il dovere di farne una valutazione oggettiva di tutti i dati scientifici disponibili prima di prendere decisioni o dichiarazioni pubbliche.

Come ex dipendenti della NASA, riteniamo che la difesa della NASA di una posizione così estrema, prima di uno studio approfondito del possibile impatto opprimente di driver climatici naturali sia inadeguato. Chiediamo che la NASA eviti di includere osservazioni non provate e non supportate nelle sue versioni future e nei siti web su questo argomento. Il rischio è di un gravoso danno alla reputazione esemplare della NASA, degli scienziati e dipendenti o ex dipendenti della NASA, e anche la reputazione della scienza stessa.

Per ulteriori informazioni riguardanti la scienza che sta dietro la nostra preoccupazione, si consiglia di contattare:

Harrison Schmitt o Walter Cunningham, o altri si può consigliare a voi.

Grazie per la considerazione di questa richiesta.

Cordiali saluti,

(In allegato le firme)

CC: Mr. John Grunsfeld, amministratore associato per la scienza

CC: Ass Mr. Chris Scolese, Direttore, Goddard Space Flight Center

Rif: Lettera per l’amministratore della NASA Charles Bolden, datato 3-26-12, per quanto riguarda la richiesta alla NASA di astenersi dal fare affermazioni prive di fondamento sulla CO2 prodotta dall’uomo sta avendo un impatto catastrofico sui cambiamenti climatici.

/s/ Jack Barneburg, Jack – JSC, Space Shuttle Structures, Engineering Directorate, 34 years

/s/ Larry Bell – JSC, Mgr. Crew Systems Div., Engineering Directorate, 32 years

/s/ Dr. Donald Bogard – JSC, Principal Investigator, Science Directorate, 41 years

/s/ Jerry C. Bostick – JSC, Principal Investigator, Science Directorate, 23 years

/s/ Dr. Phillip K. Chapman – JSC, Scientist – astronaut, 5 years

/s/ Michael F. Collins, JSC, Chief, Flight Design and Dynamics Division, MOD, 41 years

/s/ Dr. Kenneth Cox – JSC, Chief Flight Dynamics Div., Engr. Directorate, 40 years

/s/ Walter Cunningham – JSC, Astronaut, Apollo 7, 8 years

/s/ Dr. Donald M. Curry – JSC, Mgr. Shuttle Leading Edge, Thermal Protection Sys., Engr. Dir., 44 years

/s/ Leroy Day – Hdq. Deputy Director, Space Shuttle Program, 19 years

/s/ Dr. Henry P. Decell, Jr. – JSC, Chief, Theory & Analysis Office, 5 years

/s/Charles F. Deiterich – JSC, Mgr., Flight Operations Integration, MOD, 30 years

/s/ Dr. Harold Doiron – JSC, Chairman, Shuttle Pogo Prevention Panel, 16 years

/s/ Charles Duke – JSC, Astronaut, Apollo 16, 10 years

/s/ Anita Gale

/s/ Grace Germany – JSC, Program Analyst, 35 years

/s/ Ed Gibson – JSC, Astronaut Skylab 4, 14 years

/s/ Richard Gordon – JSC, Astronaut, Gemini Xi, Apollo 12, 9 years

/s/ Gerald C. Griffin – JSC, Apollo Flight Director, and Director of Johnson Space Center, 22 years

/s/ Thomas M. Grubbs – JSC, Chief, Aircraft Maintenance and Engineering Branch, 31 years

/s/ Thomas J. Harmon

/s/ David W. Heath – JSC, Reentry Specialist, MOD, 30 years

/s/ Miguel A. Hernandez, Jr. – JSC, Flight crew training and operations, 3 years

/s/ James R. Roundtree – JSC Branch Chief, 26 years

/s/ Enoch Jones – JSC, Mgr. SE&I, Shuttle Program Office, 26 years

/s/ Dr. Joseph Kerwin – JSC, Astronaut, Skylab 2, Director of Space and Life Sciences, 22 years

/s/ Jack Knight – JSC, Chief, Advanced Operations and Development Division, MOD, 40 years

/s/ Dr. Christopher C. Kraft – JSC, Apollo Flight Director and Director of Johnson Space Center, 24 years

/s/ Paul C. Kramer – JSC, Ass.t for Planning Aeroscience and Flight Mechanics Div., Egr. Dir., 34 years

/s/ Alex (Skip) Larsen

/s/ Dr. Lubert Leger – JSC, Ass’t. Chief Materials Division, Engr. Directorate, 30 years

/s/ Dr. Humbolt C. Mandell – JSC, Mgr. Shuttle Program Control and Advance Programs, 40 years

/s/ Donald K. McCutchen – JSC, Project Engineer – Space Shuttle and ISS Program Offices, 33 years

/s/ Thomas L. (Tom) Moser – Hdq. Dep. Assoc. Admin. & Director, Space Station Program, 28 years

/s/ Dr. George Mueller – Hdq., Assoc. Adm., Office of Space Flight, 6 years

/s/ Tom Ohesorge

/s/ James Peacock – JSC, Apollo and Shuttle Program Office, 21 years

/s/ Richard McFarland – JSC, Mgr. Motion Simulators, 28 years

/s/ Joseph E. Rogers – JSC, Chief, Structures and Dynamics Branch, Engr. Directorate,40 years

/s/ Bernard J. Rosenbaum – JSC, Chief Engineer, Propulsion and Power Division, Engr. Dir., 48 years

/s/ Dr. Harrison (Jack) Schmitt – JSC, Astronaut Apollo 17, 10 years

/s/ Gerard C. Shows – JSC, Asst. Manager, Quality Assurance, 30 years

/s/ Kenneth Suit – JSC, Ass’t Mgr., Systems Integration, Space Shuttle, 37 years

/s/ Robert F. Thompson – JSC, Program Manager, Space Shuttle, 44 years/s/ Frank Van Renesselaer – Hdq., Mgr. Shuttle Solid Rocket Boosters, 15 years

/s/ Dr. James Visentine – JSC Materials Branch, Engineering Directorate, 30 years

/s/ Manfred (Dutch) von Ehrenfried – JSC, Flight Controller; Mercury, Gemini & Apollo, MOD, 10 years

/s/ George Weisskopf – JSC, Avionics Systems Division, Engineering Dir., 40 years

/s/ Al Worden – JSC, Astronaut, Apollo 15, 9 years

/s/ Thomas (Tom) Wysmuller – JSC, Meteorologist, 5 years

Fonte: Businness Insider ripreso anche da Real Science

Enzo
Attività Solare