300 SCIENZIATI VOGLIONO FERMARE LA NOAA ACCUSATO DI NASCONDERE I DATI SUL RISCALDAMENTO GLOBALE

by

Centinaia di scienziati hanno inviato giovedì una lettera ai parlamentari di avvertimento alla National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), spiegando loro che gli scienziati potrebbero aver violato le leggi federali nella pubblicazione dello studio, che fa riferimento al 2015 con la pretesa di eliminare i 15 anni di “pausa” dai record delle temperature, come causa del continuo riscaldamento globale.

“Noi, sottoscritti, scienziati, ingegneri, economisti ed altri, che abbiamo esaminato attentamente gli effetti dell’anidride carbonica emessa dalle attività umane, desideriamo dare il nostro sostegno agli sforzi della Commissione Scientifica, Space and Technology, per garantire che le agenzie federali rispettino le linee guida che hanno attuato la legge sul Data Quality Act”. Circa 300 scienziati, di cui ingegneri ed altri esperti hanno scritto al presidente della Camera del Comitato Scientifico, del Texas repubblicano Lamar Smith.

“A nostro parere … la NOAA non è riuscita ad osservare le linee guida della OMB [Office of Management and Budget] stabiliti e richiesti per il Data Quality Act”.

Il Data Quality Act richiede alle agenzie federali come la NOAA di “garantire e massimizzare la qualità, l’obiettività, l’utilità, e l’integrità delle informazioni, comprese le informazioni statistiche.”

Smith ha avviato un’indagine per lo studio del NOAA l’estate scorsa, spinto dalle preoccupazioni per il rafforzamento dell’agenda politica del presidente Barack Obama. Democratici e media si sono in gran parte opposti alle indagini degli scienziati della NOAA per nomina politica, ma Smith è determinato nel proseguire le indagini. I funzionari della NOAA si sono arresi alle e-mail degli investigatori del Congresso nel mese di dicembre.

“E’ il ruolo di supervisione di questo Comitato al fine di garantire che le agenzie scientifiche federali siano trasparenti e responsabili per i contribuenti che finanziano le loro ricerche”, ha detto Smith al The Daily Caller News Foundation. “Gli americani sono stanchi di una ricerca condotta a porte chiuse in cui vedono solo conclusioni cherry-picked e non ai fatti. Questa lettera dimostra che centinaia di scienziati ed esperti non concordano sul fatto che i tentativi della NOAA di alterare i dati storici della temperatura meritano un serio esame.”

Dei 300 firmatari della lettera, 150 hanno dottorati nel settore correlato. Firmatari inclusi: 25 tra climatici e scienziati atmosferici, 23 geologi, 18 meteorologi, 51 ingegneri, 74 fisici, 12 chimici e 20 economisti. Inoltre, un firmatario è un fisico vincente del premio Nobel e due erano astronauti.

Lo studio del NOAA contestato, sostengono gli scienziati, è che hanno trovato una soluzione ai 15 anni di “pausa” del riscaldamento globale. Essi hanno “regolato” lo stallo del riscaldamento delle temperature nel periodo 1998-2012, mentre la “nuova analisi risulta oltre due volte tanto il riscaldamento con le vecchie analisi a scala globale.”
[dcquiz] “Come è stato riconosciuto da numerosi scienziati, i dati di aspirazione del motore sono chiaramente contaminati da conduzione di calore della struttura, e come tale, non destinati per uso scientifico”, hanno così scritto i due scienziati climatici, il Dr. Patrick J. Michaels e il Dr. Richard S. Lindzen del libertarian Cato Institute, nel blog scientifico Watts Up With That. “La regolazione dei dati buoni verso l’alto sembrano discutibili.”

“Se sottraiamo i [vecchi] dati provenienti dai [nuovi] dati … possiamo vedere che questo è esattamente quello che ha fatto la NOAA,” l’esperto climatico Bob Tisdale e il meteorologo Anthony Watts hanno scritto sullo stesso blog scientifico. “E’ di nuovo la stessa storia; le regolazioni vanno verso il raffreddamento del passato aumentandone così la pendenza verso l’alto della temperatura. Il loro intento e metodi sono così evidenti che sono ridicoli.”

Fonte: CFACT

Enzo
Attività Solare