2015: l’anno in cui l’Inverno Europeo non se n’è mai andato…Il Continente nella morsa di Neve e Gelo ancora una volta questa estate!

2015: l’anno in cui l’Inverno Europeo non se n’è mai andato…Il Continente nella morsa di Neve e Gelo ancora una volta questa estate!

Di Pierre L. GosselinNoTricksZone (Germania)

13 Settembre 2015 – http://notrickszone.com/2015/09/08/2015-the-year-europes-winter-that-never-left-snow-and-frost-grip-continent-yet-again-this-summer/

Traduzione a cura di Mauri Sesler (scientific translator)

klimpfjall-sno-jpg

Freddo Aggiornamento Europeo…

In Germania, il sito meteo wetter24.de scrive che parte della Germania, della Svizzera e dell’Austria avranno a che fare con delle nottate gelide nei prossimi giorni, cosa che pare annunciare un precoce inizio d’autunno.

Le temperature nella Germania meridionale sono crollate a -5 ° C nella prima mattinata odierna (8 Settembre), con il gelo che ha afferrato anche alcune zone della Germania orientale e la Regione della Foresta Nera, dove a Bernau la temperatura è scesa a -1° C questa mattina. La bassa temperatura alla superficie del terreno era -5° C – un freddo terribile per una regione dove gelo e neve avrebbero dovuto essere un ricordo del passato, anche in inverno!

Wetter.24 prevede che ci sia una probabilità del 65% che si verifichino delle gelate di superficie nella Regione della Foresta Nera, anche nel corso delle prossime nottate. Anche le regioni dell’Europa Centrale avevano avuto delle gelate alla metà di Luglio!

L’inverno non ha mai lasciato la Scozia, che vede la neve ancora una volta questa estate!

In alcune zone d’Europa questa estate si sta rivelando per essere una durante la quale l’inverno non l’ha mai lasciata. Solo pochi giorni fa il dailymail.co.uk ha qui riportato che in Scozia sono previste delle nevicate questa settimana – che si depositerà in cima alla neve dello scorso inverno che non se n’è mai andata. Questo significa che il 2015 sarà l’anno in cui l’inverno non se n’è mai veramente andato!

254929093

Il Daily Mail scrive:

Sta arrivando il grande gelo

La Gran Bretagna è prossima a ritrovarsi immersa in temperature da brividi con pesanti rovesci di neve nel corso della prossima settimana. L’ondata di freddo avrà inizio nella giornata di Domenica in Scozia e si prevede che si propaghi verso sud, portando delle nevicate su alcune zone dell’Inghilterra e del Galles da Mercoledì.”

Tutto questo arriva sulla scia di una delle estati più fredde degli ultimi anni in Gran Bretagna. Sembra quasi che più la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOOA) altera “scaldando” i dati sulla temperatura, e più è la neve e il gelo a cui dobbiamo assistere. Gli Scozzesi sono stati costretti a sopportare condizioni invernali anche nel mese di Luglio. Lo Scotsman ha qui riportato di “cappelli, sciarpe e guanti nel mese di Luglio in una delle estati più tristi a memoria d’uomo“. Ha poi aggiunto: “E’ la seconda volta che sono state previste delle nevicate questo mese.”

L’Anno-senza-estate Svedese

Anche la Svezia ha avuto a che fare con condizioni del tempo gelide e invernali questa estate, con i residenti più anziani in una regione di montagna della Svezia che non sono in grado di ricordare “di aver visto così tanta neve nel mese di Agosto dagli anni 60“.

Il Blog WeatherAction News ha riportato:

Una situazione molto particolare, dicono i residenti della zona.

L’autunno si avvicina, e ancora la neve non si è sciolta sulle montagne. Gli abitanti di Klimpfjäll non riescono a ricordare che in questo momento ci sia mai stata così tanta neve depositata a terra come adesso.

“Ho spalato la neve fin dagli anni ’60 e così tanta neve non c’era mai stata prima. Avrebbe dovuto essersi sciolta a questo punto, ma invece è ancora lì”, dice Agne Eliasson di Klimpfjäll. 

Il sito Svedese Västerbotten ha qui riportato nel mese di Agosto:

“I cumuli di neve in bassa montagna dovrebbero normalmente essere spariti a questo punto. E invece basta andare a ovest verso il confine con la Norvegia a 1100 metri di altitudine, per scoprire che c’è più neve visibile della nuda terra”.

“L’inizio di un significativo periodo freddo”

In precedenza NoTricksZone aveva qui riportato di come l’Islanda abbia dovuto fare i conti con una delle estati più fredde degli ultimi 20 anni. Il meteorologo del Met Office Páll Bergþórsson aveva già sospettato nel mese di Aprile 2015 che il freddo non era un evento isolato, ma piuttosto l’inizio di un significativo periodo freddo. L’Europa potrebbe dover essere sepolta sotto uno strato di ghiaccio spesso un chilometro prima che le persone si riprendano dal torpore causato dalla bufala sul riscaldamento globale.

churchgw

La impressionante crescita del ghiaccio in Groenlandia

Non è solo il Nord Europa ad essere stato afferrato dal freddo e dal ghiaccio, ma anche una gran parte del Nord America, della Groenlandia e del Nord Atlantico sono stati più freddi del normale sino ad ora quest’anno. Il sito tedesco wobleibtdieglobaleerwaermung ha scritto che “nella stagione 2014 / 2015 il corso quotidiano e lo sviluppo della massa di ghiaccio in Groenlandia, misurata in giga-tonnellate, dal 1 settembre 2014 sta mostrando una crescita della massa di circa 200 giga-tonnellate, o 200 chilometri cubici.” Per saperne di più clicca qui.

 


 

Pierre L. Gosselin – Cittadino Statunitense, adesso vive nel continente Europeo e assieme alla moglie gestisce una piccola azienda che fornisce servizi nell’ambito delle comunicazioni a imprese industriali del settore della tecnologia e dei prodotti di ultima generazione. Si considera uno scettico della prima ora dell’ipotesi dell’AGW, e vede se stesso come uno spettatore critico del dibattito e dell’arena del cambiamento climatico.