14 DOMANDE CHE ATTENDONO ANCORA UNA RISPOSTA!

Se un catastrofista ambientale, vi dovesse un giorno raccontare che l’essere umano è il principale artefice del riscaldamento globale, ditegli tranquillamente che al momento non esiste nessuna prova empirica che il biossido di carbonio generato dall’uomo, abbia provocato il lieve aumento della temperatura che si è avuta dal 1976 al 1998 o di provare con dati alla mano che il 3% di anidride carbonica totale immessi nell’atmosfera dall’uomo, sia la causa o lo sarà, di cambiamenti climatici significativi.

Per dare alcuni numeri, l’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), ha speso negli ultimi 25 anni, la spropositata cifra di cento miliardi di dollari per la ricerca sul clima. Se ci pensiamo bene, sono numeri davvero da capogiro, fondati su basi molto dubbie di studi sulla politica energetica e climatica, ma al contrario, ancora in silenzio sulla possibile identificazione a firma dell’essere umano nel possibile aumento della temperatura globale.

L’unico settore riconosciuto con certezza, il cui l’effetto artificiale della CO² È STATA RILEVATA, è nei modelli climatici che mostrano, prevedibilmente, un riscaldamento impressionante. Ma è anche chiaro che i modelli sono asserzioni, non prove, quindi è il mondo reale che viene falsificato nei modelli e nelle asserzioni.

Questo, naturalmente, non significa che gli esseri umani hanno avuto alcun effetto sulla temperatura globale, visto che comunque l’anidride carbonica è un gas serra mite. Infatti ne possiamo misurare gli effetti locali di temperatura delle attività umane, che sono sia di riscaldamento (effetto di calore urbano) e di raffreddamento (a causa di altri cambiamenti di uso del suolo, compresa l’irrigazione). La somma di questi fattori ha in sintesi effetti in tutto il mondo e, ovviamente, si hanno delle risposte a livello globale.

Da qui se ne deduce che, non possiamo identificare e misurare le variazioni di temperatura così piccole, deducendone che l’uomo ne sia l’artefice, perchè queste lievi variazioni si perdono nel rumore di variazioni naturali del clima, dettati in primis dalla variazione dell’attività solare ma non solo.

‘Scientificamente’, gli allarmisti non sono riusciti a provare fino a questo momento nulla! TUTTAVIA, ‘emotivamente’, hanno in questi decenni catturato l’attenzione della popolazione mondiale.

E’ anche chiaro che lo scetticismo che si è creato e che si espande, ha fatto si che mantenesse la scienza quantomeno onesta. I miliardi di dollari che continuano a finanziare la ricerca, vengono continuamente riversati nelle politiche e nelle ricerche, sulla base di allarmistiche previsioni dei modelli, ma che appunto sono soltanto previsioni.

Sotto, vi sono alcune domande formulate dai cosidetti scettici, in attesa da anni di ricevere delle risposte:

  1. Perché non vi è stato alcun riscaldamento globale da 17 anni a questa parte?
  2. Perché il 97% dei modelli climatici ha omesso questa previsione?
  3. Perché il ghiaccio marino antartico è ben superiore alla media normale negli ultimi anni?
  4. Perché l’inverno nell’emisfero settentrionale è sempre più freddo?
  5. Ciò che rende il periodo caldo presente non ha alcuna differenza con il periodo caldo medioevale?
  6. Perché la CO² È STATA Improvvisamente accusata di essere il fattore principale del riscaldamento del clima e altri fattori, come il sole e gli oceani vengono ignorati?
  7. Se non vi è alcun consenso sul cambiamento climatico prodotto dall’uomo, allora perché c’è così tanta polemica su di esso?
  8. Se il contributo umano alle emissioni di CO² nell’atmosfera è del 3%, quanto dovremmo attribuire a madre natura il 97% ad ogni ‘cambiamento’ del clima?
  9. Di quanto sarà la temperatura del cambiamento globale se ci impegnassimo alla riduzione del 20% delle emissioni mondiali entro il 2050?
  10. Di quanto sarà a un raddoppio della CO² il conseguente aumento della temperatura globale?
  11. Perché il tasso di aumento del livello dei mari è rallentato dal 2004, nonostante l’aumento della CO²?
  12. Perché a livello globale il contenuto di calore dell’oceano , da 0-700 metri, non è riuscito a salire a partire dal 2004?
  13. Quali prove ci sarebbero, a parte una falsa teoria, del riscaldamento globale antropogenico?
  14. Qual’è la temperatura globale ideale per il nostro pianeta?
  15. TWC2  Enzo Solar Activity
 

  • matteo

    Non vi è riscaldamento globale negli ultimi 17 anni? Certo 😀 Il fatto che lo scorso anno ha chiuso a +0.62 gradi dalla media, rendendolo il quarto anno più caldo dal 1800…il fatto che la top ten degli anni più caldi è quasi interamente occupata dagli anni 2000…sono solo dettagli trascurabili 😀

    Il fatto che UN anno di ghiacci artici non disastrosi, subito bilanciati dal minimo storico dei ghiacci artici nel gennaio 2014….è solo un dettaglio trascurabile…. mah!?