Ultimi articoli

Nowcasting Solare 29 Marzo 2017 marzo 30, 2017 1:49 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 29 marzo ha mantenuto livelli molto bassi. La Regione 2644 (N12W02, Esi/beta) ha mostrato una lieve crescita, ma semplificata magneticamente ad un gruppo beta. La Regione 2645 (S09E36, Dai/beta) ha continuato la sua crescita, anche se è rimasta inattiva. La Regione 2646 (N07W74, plage) è decaduta ad una zona di maggiore plage. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa con la possibilità di brillamenti di classe C e occasionali possibili di classe M (R1-R2, Minore-Moderato) nei prossimi tre giorni (30 marzo 01 aprile). ************************************************************ Otto giorni spotless contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava tre regioni attive (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2644 N12E04 54 240 10 DSI 12 B 2645 S09E44 14 70... Mostra articolo

» Pubblicato da
Onde Di Rossby Increspano Il Sole marzo 29, 2017 14:00 pm

 Già note sulla Terra, su Giove e su Saturno, queste onde planetarie sono ora state osservate, dalle sonde Sdo e Stereo della Nasa, anche sulla superficie della nostra stella. Una scoperta che potrebbe contribuire alla predizione del comportamento del Sole su tempi scala lunghi di Marco Malaspina Martedì 28 Marzo 2015 @ 19:05 Fino a oggi erano note come “onde planetarie”, essendo state scoperte dapprima sulla Terra e in seguito anche nell’atmosfera di altri pianeti, da Giove a Saturno. Be’, forse è giunto il momento di chiamarle solo con il loro vero nome – onde di Rossby – perché ora è stato definitivamente dimostrato che increspano anche la superficie di corpi non planetari: per l’esattezza, il plasma bollente della nostra stella, il Sole. Lo dimostra uno studio, guidato dal ricercatore del National Center for Atmospheric Research (Ncar) Scott McIntosh, pubblicato sull’ultimo numero di Nature Astronomy. Ed è una scoperta con potenziali ricadute anche per noi: così come le onde di Rossby terrestri esercitano una certa influenza sul meteo, anche le onde di Rossby osservate sul Sole potrebbero essere collegate all’attività solare, comprese la formazione di macchie solari e le eruzioni solari. Il globo solare in rotazione ricostruito dalle immagini raccolte dalle sonde... Mostra articolo

» Pubblicato da
Si fa sul serio… marzo 29, 2017 7:00 am

  Quando diciamo che dobbiamo aspettarci un periodo climatico difficile, non scherziamo. Intendiamo che bisogna essere pronti ad affrontare la violenza degli eventi estremi, di forte intensità. Guardate cosa sta succedendo in Australia – Ciclone Debbie, forza 4: La zona maggiormente colpita è quella del Queensland, con decine di migliaia di persone evacuate. La zona è senza energia elettrica. Il ciclone ha un occhio di 50 Km di diametro e sta provocando venti attorno ai 200 Km orari e più. Fonte: RT Documentary Channel Sara Maria Maestroni Attività Solare.

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 28 Marzo 2017 marzo 29, 2017 0:16 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 28 marzo ha mantenuto livelli bassi a causa di occasionali brillamenti di classe C. La Regione 2644 (N12E11, Dki/beta-gamma) ha mostrato un certo consolidamento nella sua macchia leader. Questo regione è stata la responsabile di diversi brillamenti di classe B e di un paio di classe C durante il periodo preso in esame. La Regione 2645 (S09E51, Dao/beta) ha continuato a mostrare segnali di crescita sia in copertura areale che nella complessità magnetica. Responsabile anche questa macchia di brillamenti di classe C occasionali, includendo il più grande brillamento della giornata, un C5 alle ore 18.20 UTC. La Regione 2646 (N07W67, Axx/alfa) è decaduta ad un unico punto ed è rimasta inattiva. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa con la possibilità di brillamenti di classe C e occasionali possibilità di classe M (R1-R2, Minore-Moderato) nei prossimi tre giorni (29-31 marzo). ************************************************************ Otto giorni spotless contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).... Mostra articolo

» Pubblicato da
Gli scienziati svizzeri: L’impatto del Sole sui cambiamenti climatici quantificato per la prima volta marzo 28, 2017 19:45 pm

 Swiss National Science Foundation (SNSF) 27/03/2017 Per la prima volta, i modelli di calcolo indicano in modo plausibile che le fluttuazioni dell’attività solare potrebbero avere un impatto tangibile sul clima. Con gli studi finanziati dal Fondo Nazionale Svizzero ci si aspetta che il riscaldamento globale complice l’uomo diminuisca leggermente nel corso dei prossimi decenni. Un sole debole potrebbe ridurre la temperatura di mezzo grado. Esiste il cambiamento climatico indotto dall’uomo, e esistono fluttuazioni climatiche naturali. Un fattore importante nella crescita o della discesa della temperatura della Terra e dei suoi diversi cicli è il sole. Sappiamo che l’attività solare varia, così fa allo stesso modo l’intensità della luce che ci raggiunge. Una delle domande fondamentali che riguardano i ricercatori del clima è se queste fluttuazioni hanno alcun effetto sul clima della Terra. I rapporti dell’IPCC affermano che l’attività solare è insignificante per i cambiamenti climatici, e che lo stesso parametro si applicherà all’attività nel prossimo futuro. I ricercatori del Physical Meteorological Observatory Davos (PMOD), il Swiss Federal Institute Aquatic Science Technology (EAWAG), ETH Zurich e l’Università di Berna hanno ora quantificato questa nuova ipotesi. I loro modelli di calcolo elaborati hanno fornito una stima attendibile del contributo che ci si... Mostra articolo

» Pubblicato da
Unisci i puntini… marzo 28, 2017 7:00 am

 Quando si cerca con l’intento di trovare, le cose interessanti saltano fuori. E’ vero che ci sono moltissimi siti, blog e pagine Facebook, senza contare trasmissioni televisive e conferenze cittadine, che battono il chiodo del Riscaldamento Globale, dicendo che il livello dei mari si alzerà di metri sommergendo le attuali città costiere e che in sostanza la terra esploderà per troppo caldo. E’ vero anche che ormai la rete sa offrire anche fonti alternative di informazione – certo, come dicevo all’inizio, bisogna avere chiaro cosa sto cercando: nuove informazioni o una conferma implicita delle mie credenze? In questa mia ricerca, sono incappata in un articolo di Novembre 2016, che mi è piaciuto perché mette in relazione fra loro molti eventi di cui parliamo anche noi qui sul blog e di cui ogni tanto si sente parlare anche nel main stream come notizia isolata. Ma sappiamo che il totale è maggiore delle somma delle singole parti: un conto è prendere le singole informazioni come separate fra loro, diverso è provare a collegarle. Il risultato finale sarà decisamente diverso. Quindi, cosa sta succedendo, in base alle informazioni che abbiamo a disposizione? Il numero di macchie solari sta diminuendo più velocemente di quanto ci si... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 27 Marzo 2017 marzo 28, 2017 0:30 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 27 marzo ha mantenuto livelli bassi. La Regione 2644 (N12E24, Dao/beta-gamma) ha prodotto il più forte brillamento del periodo, un classe C3 alle 11,12 UTC. Un consolidamento è stato osservato nei punti leader di crescita a fianco della zona di penombra sia in testa che a rimorchio della macchia. Una nuova regione emergente è stata osservata in entrambi i quadranti di NW e SW. I numeri alle nuove regioni verranno assegnate se le macchie continueranno a svilupparsi e a persistere. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa con possibilità di brillamenti di classe C nei prossimi tre giorni (28-30 marzo). ************************************************************ Otto giorni spotless sono stati contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum) e una in formazione: Num     Lat.... Mostra articolo

» Pubblicato da
PAURA PER UNA MINI ICE AGE: Nessuna attività solare per due settimane – la preoccupazione sale marzo 27, 2017 20:06 pm

 Due settimane di scarsa attività solare sulla superficie solare, ha portato gli esperti a credere che potremmo essere sull’orlo di un periodo di freddo prolungato. Di Sean Martin Pubblicato Ven 24 Marzo 2017 Secondo le rilevazioni della NASA, non si sono formate macchie solari sulla superficie della nostra stella per due settimane consecutive, che porta a pensare a previsioni per un prossimo precoce minimo solare imminente. Il sole segue cicli di circa 11 anni, e alternativamente raggiunge un periodo di massimo e uno di minimo solare.Durante il periodo di massimo il sole emette più calore, emettendone meno nel periodo di minimo.Osservando il sole attraverso la potente sonda spaziale Solar Dynamics Observatory, della NASA, gli esperti hanno notato un forte e improvviso calo dell’attività solare. L’agenzia spaziale ha riferito in una dichiarazione: “Questo è il più lungo periodo dall’ultimo minimo solare di spotlessness, cioè dal mese di aprile del 2010, e indica che il ciclo solare si sta dirigendo velocemente verso il prossimo minimo solare.”Gli scienziati non avevano previsto il prossimo minimo solare almeno fino a circa il 2020. Se è iniziato così presto, questo potrebbe portare a un’ondata di freddo sulla Terra. Il confronto tra l’alta e la bassa attività solare... Mostra articolo

» Pubblicato da
Aggiornamento Eruzione Vulcano Kambalny Dalle Immagini Satellitari marzo 27, 2017 17:20 pm

 Le immagini includono anomalie termiche da incendi, Vulcani ecc. (punti rossi). Nota: Alcune immagini potrebbero essere danneggiate o incomplete a causa di problemi di carico o di timeout dei server interni. 26 Marzo 2017 Satellite: Suomi NPP (NASA) Satellite: Aqua (NASA) Satellite: Terra (NASA) 27 Marzo 2017 Satellite: Terra (NASA) Satellite: Aqua (NASA) Satellite: Suomi NPP (NASA) Fonte Web: Kambalny Volcano Satellite Images: Roberto Attività Solare

» Pubblicato da
Iniziata la potente tempesta geomagnetica: Buco Coronale ora geoeffettivo marzo 27, 2017 13:15 pm

 Di Enzo Ragusa L’influenza del buco coronale, con polarità negativa sta arrivando sul nostro pianeta. Prevista nei prossimi giorni una tempesta geomagnetica di potenza moderata G2. La tempesta continuerà ancora per i prossimi due giorni, 28 e 29 marzo. Un flusso di vento solare ad alta velocità prodotto da un ricorrente buco coronale, con polarità negativa, è oggi diventato geoeffettivo. La previsione è per una tempesta moderata di classe G2, che si prolungherà anche per il 28 e 29 marzo. Geomagnetic K-index 5 (G1 – tempesta geomagnetica debole) è stata raggiunta alle ore 05:59 UTC di oggi 27 marzo. “I parametri del vento solare dovrebbero migliorare nel corso dei prossimi tre giorni (27-29 marzo) a causa della comparsa di un CIR [regione co-rotante di interazione tra flussi lenti e veloci] seguito dall’influenza di una ricorrente CH HSS a polarità negativa,” ha riferito SWPC, aggiungendo che i dati di STEREO-A prevedono una velocità del vento solare arrivare fino a 650-700 km/s durante il passaggio del vento solare. “Questa caratteristica del buco coronale probabilmente produrrà condizioni di tempesta moderata G2 durante la sua ultima rotazione prevedendo l’impatto sulla magnetosfera terrestre il 28/29 marzo”, ha riferito il centro. Nel frattempo, l’attività solare resta molto bassa, ma nell’ultima giornata è affiorata una interessante regione classificata beta nell’emisfero nord – AR2644 – che sta producendo brillamenti... Mostra articolo

» Pubblicato da
Temperature Globali da Satellite RSS – Anomalie Mese di Febbraio 2017 marzo 27, 2017 6:00 am

 Di Enzo Ragusa L’anomalia della temperatura a livello globale, con rilevazione da satellite RSS (Remote Sensing System) per quanto riguarda la zona -70,0S/+82,5N in bassa troposfera (TLT) nel mese di febbraio è risultata di +0.4405°C, in rialzo rispetto al mese di gennaio di +0.0313°C. Mese di gennaio che aveva chiuso a +0.4092°C.   Il trend (+0,135 gradi/decade) della temperatura globale (-70,0S/+82,5N) secondo le misurazioni da satellite RSS (Remote Sensing System)     I dati rilevati per settore: L’emisfero nord (0.0/82.5N) chiude a +0.6042°C, in forte aumento rispetto al mese di gennaio di +0.1519°C. Mese di gennaio che aveva chiuso a +0.4523°C. L’emisfero sud (70.0S/0.0) chiude a +0.2692°C, in forte aumento rispetto al mese di gennaio di +0.0948°C. Mese di gennaio che aveva chiuso a +0.3640°C. Per quanto riguarda invece la zona tropicale (25.0S/25.0N) il mese di febbraio chiude a +0.2169°C, in diminuzione rispetto al mese di gennaio di -0.0512°C. Il Mese di gennaio aveva chiuso a +0.2681°C.   Le anomalie della temperatura rilevate da satellite RSS (periodo di riferimento 1979-2014) per il mese di febbraio 2017 Fonte: RSS Attività Solare

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 26 Marzo 2017 marzo 26, 2017 23:00 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 26 marzo ha mantenuto livelli molto bassi. La Regione emersa di recente 2644 (N13E36, Dro/beta) ha prodotto un paio di flare di classe B La Regione 2643 (N08E10, Axx/alfa) ha continuato il suo trend di lento decadimento. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (27-29 marzo). ************************************************************ Otto giorni spotless sono stati contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum) e una in formazione: Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2643 N08E16 81 10 1 AXX 1 A 2644 New L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore... Mostra articolo

» Pubblicato da
Una grande eruzione scuote la Russia: Il vulcano Kambalny erutta dopo 248 anni di sonno marzo 26, 2017 11:47 am

 Di Enzo Ragusa Una grande eruzione è iniziata in Kamchatkan nel vulcano Kambalny alle 21:20 UTC del 24 marzo 2017, obbligando le autorità ad alzare il codice Aviation a colore Orange. Secondo gli esperti, la forte eruzione del vulcano è stata una inaspettata sorpresa. Anche se ci sono segnalazioni di un aumento dell’attività vulcanica nel 1769, l’ultima grande eruzione di questo vulcano ha avuto luogo nel 1350. Alle ore 21:20 UTC, KVERT mostrava tramite i dati satellitari un pennacchio di cenere a circa 35 km (21,7 miglia) a sud-ovest dal vulcano. La nube vulcanica aveva raggiunto un’altezza di 5-6 km (16.400-19.680 piedi). Alle ore 1:34 UTC, del 25 marzo, il pennacchio di cenere aveva già raggiunto circa 100 km (62 miglia) a SSW dal vulcano e dalle ore 13:24 UTC aveva raggiunto 550 km (341 miglia) in direzione SSW. Al momento, i dati satellitari mostrano la nube vulcanica raggiungere i 5 km d’altezza (16.400 piedi). L”eruzione esplosiva del vulcano continua ha riferito KVERT. Esplosioni di cenere fino a 6-8 km (19.700-26.200 piedi) slm potrebbero verificarsi in qualsiasi momento. L‘attività in corso potrebbe influenzare i voli internazionali e di bassa quota. Credit: EUMETSAT / MetOp-B Kambalny vulcano in eruzione il 25 marzo 2017. Credit: NASA Aqua /... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 25 Marzo 2017 marzo 26, 2017 7:00 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 25 marzo ha mantenuto livelli molto bassi. La Regione 2643 (N08E29, HRX/alfa) è rimasta inattiva. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (26-28 marzo). ************************************************************ Otto giorni spotless sono stati contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum) e una in formazione: Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2643 N08E29 81 10 1 HRX 2 A L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 25 marzo è risultato a 74.0 – (72.3) La media mensile del flusso solare ad oggi risulta di 72.3 – (72.3) Conteggio delle macchie solari... Mostra articolo

» Pubblicato da
Sole nel mese di marzo in ulteriore crollo! marzo 25, 2017 14:30 pm

 Di Enzo Ragusa Mancano pochi giorni alla fine del mese di marzo, ma possiamo già da ora anticiparvi che sarà un mese che vedrà l’attività solare in ulteriore crollo rispetto ai mesi precedenti. Complice una situazione solare molto delicata, che ha visto in questo mese 15 giorni spotless (14 consecutivi). L’immagine del disco solare inviata dalla sonda SDO (Solar Dynamics Observatory) della NASA   Vi anticipo già che sarà un crollo perché se andiamo ad osservare la mappa dello Stonyhurst Eliographic, che raffigura la situazione di tutta la superficie solare, possiamo notare come non vi siano macchie nella superficie nascosta del sole, e che quindi, entro la fine del mese la conta delle macchie non potrà più cambiare di molto.   L’immagine della superficie solare tramite EUVI/AIA   Ma veniamo più nel dettaglio con i conteggi delle macchie registrate fino ad oggi. Conteggi, che come al solito vengono messi gentilmente a disposizione dal Sidc: Marzo 24 (provvisorio) – Ssn 8.7 – Febbraio 26.1 – Gennaio 25.8 – Dicembre 2016 18.9 Quindi, come potete vedere, c’è un forte calo delle macchie solari, addirittura una perdita secca rispetto al mese di febbraio di oltre 18 punti, e rispetto ai mesi precedenti che erano già risultati bassi nella media del periodo.   Anche il Solar Flux a 2800 MHz... Mostra articolo

» Pubblicato da
Fairbanks in Alaska: Il marzo più freddo da 35 anni a questa parte! marzo 25, 2017 7:00 am

 Pubblicato il 24 marzo 2017 da Tony Heller La città di Fairbanks, seconda città più grande dello stato federato dell’Alaska, nel mese di marzo ha registrato la temperatura più bassa da 35 anni a questa parte, e fino a questo momento è stato il marzo più freddo mai registrato nella zona, con una media di -23C. Marzo 1981 fu di 20C (36F) più caldo di marzo 2017. Fonte: realclimatescience   Enzo Attività Solare

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 24 Marzo 2017 marzo 24, 2017 23:00 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 24 marzo ha mantenuto livelli molto bassi. La Regione 2643 (N09E56, HRX/alfa) è rimasta inattiva. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (25-27 marzo). ************************************************************ Otto giorni spotless sono stati contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2643 N08E42 81 20 2 HRX 2 A L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 24 marzo è risultato a 72.3 – (72.0) La media mensile del flusso solare ad oggi risulta di 72.3 – (72.3) Conteggio delle macchie solari – SILSO: Il conteggio... Mostra articolo

» Pubblicato da
El Nino in formazione (regione 1+2) sulle coste occidentali del Sud America marzo 24, 2017 7:00 am

                  

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 23 Marzo 2017 marzo 23, 2017 22:30 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 23 marzo ha mantenuto livelli molto bassi. La Regione 2643 (N08E56, HSX/alfa) è rimasta inattiva. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (24-26 marzo). ************************************************************ Otto giorni spotless sono stati contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2643 N08E56 81 30 1 HSX 2 A L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 23 marzo è risultato a 72.0 – (72.5) La media mensile del flusso solare ad oggi risulta di 72.3 – (72.3) Conteggio delle macchie solari – SILSO: Il conteggio... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 22 Marzo 2017 marzo 23, 2017 14:00 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 22 marzo ha mantenuto livelli molto bassi. La Regione 2643 (N08E56, HSX/alfa) è rimasta inattiva. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (23-25 marzo). ************************************************************ Otto giorni spotless sono stati contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2643    N08E56     81     30     1     HSX    2      A L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00 del 22 marzo è risultato a 72.5 – (71.0) La media mensile del flusso solare ad oggi risulta di 72.3 – (72.3) Conteggio delle macchie solari – SILSO: Il conteggio... Mostra articolo

» Pubblicato da
California Dreaming marzo 23, 2017 7:00 am

 Autore: Massimo Lupicino Data di pubblicazione: 22 Marzo 2017 Fonte originale: http://www.climatemonitor.it/?p=44035   Qualche settimana fa lo psicodramma dell’ennesima scissione dell’atomo della politica italiana ci ha regalato, nel suo momento topico (!) una insolita spruzzatina di internazionalismo, proprio come in certi cine-panettoni di De Sica: riflettori puntati per un attimo sulla California, quindi, per parlare di “lavoro, sviluppo e innovazione”. E come declinare queste parole piene di speranza in salsa californiana, se non parlando di Elon Musk? È quello che faremo anche noi in questo articolo: parleremo di Elon Musk, e di lavoro, sviluppo e innovazione. E non di politica nostrana, che è servita in questo caso solo a fornire un prezioso assist per affrontare tematiche che, volenti o nolenti, con il clima e l’ambiente hanno a che fare, eccome. Il Genio Cominciamo col dire che Elon Musk gode presso la stampa liberal-mainstream di un privilegio non da poco: la qualifica indiscussa di “genio”. Qualcuno parla, più prudentemente, di “genio visionario”, come a dire che se tutto questo genio non riesci proprio a vederlo, è solo perché tu non hai la sua vision. Elon Musk è il proprietario di Tesla, la multinazionale integrata che produce macchine elettriche, batterie, pannelli solari.... Mostra articolo

» Pubblicato da
Qualcosa succederà il 23 Marzo… marzo 22, 2017 7:00 am

 Un grande buco coronale, (CH) nella corona magneticamente calda del sole porterà ad un aumento del vento solare nei prossimi giorni, dando inizio a moderate aurore polari penetrando il campo magnetico terrestre. Questa sarà però una breve pausa [in corso] alla consistente bassa attività solare che è iniziata in quest’ultimo anno, permettendo così ai raggi cosmici di penetrare quasi liberamente nell’atmosfera terrestre. La NASA scrive: “Un grande buco coronale sta per arrivare fronte terra“. “I buchi coronali sono zone – grandi zone – dove il campo magnetico del sole si apre e permette al vento solare di fuoriuscire”, scrive la NASA. “Un importante flusso di vento solare, proveniente da questo buco coronale ci si aspetta raggiunga il nostro pianeta il 23 Marzo. L’impatto del vento solare dovrebbe produrre attività magnetica attorno ai poli della Terra e potrebbe destare le prime aurore della primavera settentrionale. Fonte: NASA. Nel magnetogramma HMI, il buco coronale oggi [19.03.17] appare come un’ampia macchia scura sul lato sinistro (lato est) del sole e nei prossimi giorni, dal momento che il sole ruota (rotazione di Bartel) sarà rivolto verso la Terra, come nell’immagine seguente: Il magnetogramma HMI, dal 17 Marzo 2017, mostra un ampio buco scuro con... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 21 Marzo 2017 marzo 21, 2017 23:30 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 21 marzo ha mantenuto livelli molto bassi. Una nuova regione è arrivata dal lato est del sole. Siamo in attesa del rapporto di analisi per determinarne la classificazione e assegnare un numero alla regione.   Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (22-24 marzo). ************************************************************ Otto giorni spotless sono stati contati nel mese di gennaio, sedici a marzo, di cui gli ultimi quindici consecutivi. Venticinque giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 chiude con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC).   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile non presentava regioni attive (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum) e una in arrivo sul lato est del disco solare: Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class Visible Disk is Currently Spotless L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8 GHz) alle ore 20,00... Mostra articolo

» Pubblicato da
Crollo solare: il sole spotless per due settimane consecutive – Terzo ciclo più debole dal 1755! marzo 21, 2017 20:15 pm

 Di Anthony Watts 20 Marzo 2017   Durante il fine settimana, abbiamo rivisto lo stato dei dati solari per il mese di marzo 2017. In questo momento, ci sono state due settimane filate di mancanza di macchie solari, il periodo più lungo dal 2010.   Uno sguardo “vuoto” al sole di Lunedi 20 marzo 2017 ma è rimasto così per due settimane consecutive; Immagine per gentile concessione NASA/GSFC   Panoramica Il sole è attualmente senza macchie solari visibili, e questo è il 14° giorno consecutivo che ottiene così il più lungo periodo da Aprile 2010, in base ai conteggi catalogati da spaceweather.com. Il debole ciclo solare 24 continua a calare dalla sua fase di massimo solare (2014) spedito verso il prossimo minimo solare. Nel mese di aprile 2010 – l’ultima volta che ci fu un periodo di due settimane senza macchie solari visibili – il sole stava emergendo dall’ultimo minimo solare che è risultato storicamente lungo e profondo. Al momento si sono contati 26 giorni senza macchie in questo 2017 (34% di tutto l’anno) periodo che fa seguito ai 32 giorni senza macchie dello scorso anno, periodo che si è verificato principalmente durante la seconda parte dell’anno. Le giornate spotless... Mostra articolo

» Pubblicato da