Ultimi articoli

CO2 Antropica in atmosfera. A quanto ammonta? maggio 26, 2017 9:30 am

 E’ un post semplice semplice… con un solo grafico che spiega tutto e nessun tecnicismo o termine scientifico complicato per il quale serve la laurea. Un semplicissimo grafico a torta che elimina ogni dubbio in chi usa il proprio cervello per ragionare e non solo per seguire le “mode” del momento.     Servono spiegazioni? La percentuale della CO2 antropica è del 3.2% del totale della CO2 presente in atmosfera… ovvero lo 0.12% del totale dei gas serra. Qualcuno vuole farvi credere che questa infinitesima percentuale è la causa principale del riscaldamento globale. E voi, ci credete?

» Pubblicato da
Vulcani attivi nel mondo: Periodo 19 Aprile – 25 Aprile 2017 maggio 26, 2017 7:00 am

 Di Enzo Ragusa Nel periodo osservato, 6 vulcani hanno iniziato una nuova attività vulcanica, mentre quella tuttora in corso è stata rilevata per 13 vulcani. La presente relazione fa riferimento ai vulcani attivi nel mondo registrata nel periodo 19 Aprile – 25 Aprile 2017 in base ai criteri Smithsonian/Usgs. Quello descritto, non è un elenco completo di tutti i vulcani in eruzione sulla Terra durante il periodo in questione, ma piuttosto una sintesi di attività vulcanica che soddisfa i criteri illustrati in dettaglio nel paragrafo “Criteri e Dichiarazioni di non Responsabilità”. Attentamente monitorati i report sui vari vulcani vengono pubblicati mensilmente nel Bollettino Vulcanismo Rete Globale.   Nuova attività – in subbuglio: Ibu, Halmahera (Indonesia) Kambalny, Southern Kamchatka (Russia) Langila, New Britain (Papua New Guinea) Manam, Papua New Guinea Nishinoshima, Japan Poas, Costa Rica. Attività in corso: Bagana, Bougainville (Papua New Guinea) Bezymianny, Central Kamchatka (Russia) Bogoslof, Fox Islands (USA) Cleveland, Chuginadak Island (USA) Dukono, Halmahera (Indonesia) Ebeko, Paramushir Island (Russia) Kilauea, Hawaiian Islands (USA) Klyuchevskoy, Central Kamchatka (Russia) Nevados de Chillan, Chile Sabancaya, Peru San Miguel, El Salvador Sheveluch, Central Kamchatka (Russia), Sinabung, Indonesia. Il Report di attività vulcanica settimanale è un progetto di collaborazione tra la Global Program... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 25 Maggio 2017 maggio 25, 2017 23:18 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività ultime 24h: Attività solare che nella giornata del 25 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La Regione 2659 (N12W18, Cro / beta) è rimasta l’unica regione sul disco solare ma senza attività di rilievo. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (26-28 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 37 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2659    N12W18     42     30     6     CRO    5      B L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso... Mostra articolo

» Pubblicato da
Il prossimo ciclo solare 25 risulterà più debole del ciclo 24 maggio 25, 2017 19:30 pm

 Il sole nel mese di aprile 2017 24 maggio 2017 Di Boss Frank e Fritz Vahrenholt Il nostro sole, nel mese di aprile, è risultato ancora una volta al di sotto della media di tutti i passati cicli solari e purtroppo l’attività magnetica non pare in procinto di un prossimo cambiamento. Il conteggio osservato delle macchie solari (SSN) è risultato di 32,6. Il dato che ne è risultato è di circa il 75% del totale di tutti i mesi (101 dal dicembre 2008) di tutti i cicli. La media è calcolata in base ai cicli precedentemente osservati sistematicamente dal numero 1 al 23, serie che è iniziata nel marzo 1755. Nel mese di aprile, però, abbiamo anche visto come nei primi 5 giorni è risultato un sole più attivo raggiungendo un SSN giornaliero di 100 macchie. Vedi qui. Il grafico della media mensile: Fig.1: I valori SSN mensili del corrente ciclo solare (SC) 24 (rosso) rispetto alla media di tutti i cicli (blu) e il ciclo SC5 (nero) minimo di Dalton.   Il confronto tra tutti i cicli: Fig.2: La somma delle anomalie (differenza mensile fra i valori determinati e la media mensile, mostrata in Fig.1 blu) dei cicli 1... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 24 Maggio 2017 maggio 25, 2017 14:00 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività ultime 24h: Attività solare che nella giornata del 23 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La Regione 2659 (N12W18, Cro / beta) è rimasta l’unica regione sul disco solare ma senza attività di rilievo. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (25-27 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 37 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2659    N12W18     42     30     6     CRO    5      B L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso... Mostra articolo

» Pubblicato da
Vulcani attivi nel mondo: Periodo 12 Aprile – 18 Aprile 2017 maggio 25, 2017 7:00 am

 Di Enzo Ragusa Nel periodo osservato, 5 vulcani hanno iniziato una nuova attività vulcanica, mentre quella tuttora in corso è stata rilevata per 14 vulcani. La presente relazione fa riferimento ai vulcani attivi nel mondo registrata nel periodo 12 Aprile – 18 Aprile 2017 in base ai criteri Smithsonian/Usgs. Quello descritto, non è un elenco completo di tutti i vulcani in eruzione sulla Terra durante il periodo in questione, ma piuttosto una sintesi di attività vulcanica che soddisfa i criteri illustrati in dettaglio nel paragrafo “Criteri e Dichiarazioni di non Responsabilità”. Attentamente monitorati i report sui vari vulcani vengono pubblicati mensilmente nel Bollettino Vulcanismo Rete Globale.   Nuova attività – in subbuglio: Aira, Kyushu (Japan) Ibu, Halmahera (Indonesia) Kambalny, Southern Kamchatka (Russia) Manam, Papua New Guinea Poas, Costa Rica.   Attività in corso: Bagana, Bougainville (Papua New Guinea) Bezymianny, Central Kamchatka (Russia) Bogoslof, Fox Islands (USA) Colima, Mexico Dukono, Halmahera (Indonesia) Ebeko, Paramushir Island (Russia) Etna, Sicily (Italy) Kilauea, Hawaiian Islands (USA) Nevado del Ruiz, Colombia Nevados de Chillan, Chile Sabancaya, Peru Sheveluch, Central Kamchatka (Russia) Sinabung, Indonesia Turrialba, Costa Rica.   Il Report di attività vulcanica settimanale è un progetto di collaborazione tra la Global Program Vulcanismo dello Smithsonian... Mostra articolo

» Pubblicato da
Il Pene come Causa del Climate Change maggio 24, 2017 7:00 am

 Autore: Massimo Lupicino Data di pubblicazione: 23 Maggio 2017 Fonte originale: http://www.climatemonitor.it/?p=44527   Tenetevi forte perché l’argomento è decisamente…hot. Due accademici americani: Peter Boghossian, insegnante di filosofia all’Università di Portland e James Lindsay, dottore in matematica con studi in fisica, hanno pensato bene di dimostrare quanto fosse ridicolo, assurdo e politicamente motivato il processo di peer-review di paper che trattano argomenti cari al versante liberal. Per farlo, hanno deciso di inventarsi di sana pianta un paper con il seguente titolo: “Il Pene Concettuale come Costrutto Sociale”. Un paper-bufala, volutamente privo di alcun senso, basato su due cavalli di battaglia molto cari al versante liberal più militante: ovvero la critica di qualsiasi espressione di mascolinità in ogni sua forma e, ovviamente, il Climate Change. Il tutto condito da termini ed espressioni roboanti quanto del tutto prive di significato. Il loro esperimento ha avuto successo: il paper-bufala in questione è stato infatti referato e pubblicato dalla rivista Cogent Social Sciences, che orgogliosamente si definisce “rivista multidsciplinare che offre peer-review di alta qualità nel campo delle scienze sociali”. L’Abstract: Cominciamo subito con l’Abstract, semplicemente esilarante nonostante l’obbiettiva difficoltà che si incontra nel tradurre un testo volutamente sconclusionato: “Il pene anatomico potrebbe anche esistere,... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 23 Maggio 2017 maggio 23, 2017 23:21 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 23 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. Le Regioni 2656 (N11W21, Axx / alpha) e 2659 (N14E05, Hrx / alpha) sono rimaste stabili e inattive. Le Regioni 2658 (S08W24, Axx / alpha) e 2660 (S11W21, Bxo / beta) hanno mostrato un leggero decadimento e sono rimaste inattive. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (24-26 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 37 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava 4 regioni attive (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2656 N11W16 67... Mostra articolo

» Pubblicato da
Sta tornando la Niña, ve lo hanno detto? maggio 23, 2017 12:14 pm

 Nel silenzio più totale dei media, che di solito sbandierano ai 4 venti l’eventualità (sempre più remota) di un nuovo evento El Niño più o meno Strong, le acque del Oceano Pacifico Equatoriale Orientale si stanno raffreddando… ancora una volta! Lo si nota chiaramente dalle SSTA che vedete nell’immagine qui sopra, ma anche, per chi mastica meglio i grafici cartesiani, dalle SSTA delle singole regioni che definiscono l’indice ENSO: Come vedete, i valori sono più o meno neutri, ma nella zona 1+2 (primo grafico) si legge un valore negativo pari a -0.469°C… molto distante dai valori di appena 1 mese fa. Fino a questo punto si parla di dati… e di percezione “visiva” delle singole regioni. Guardando i “forecast” dell’indice ENSO, però, il risultato appare diametralmente opposto:   I modelli vedono una tendenza per il trimestre attuale, sostanzialmente stabile. Cambierà poco a fine Luglio… quando si passerà da un valore di circa 0.3 ad un valore di circa 0.6. Resta però un vincolo basilare: finché l’indice ENSO non supera il valore +0.5, non si può parlare di El Niño, come anche… finché non si supera il valore di -0.5, non si può parlare di La Niña. C’è però una seconda... Mostra articolo

» Pubblicato da
Vulcani attivi nel mondo: Periodo 05 Aprile – 11 Aprile 2017 maggio 23, 2017 7:00 am

 Di Enzo Ragusa Nel periodo osservato, 6 vulcani hanno iniziato una nuova attività vulcanica, mentre quella tuttora in corso è stata rilevata per 18 vulcani. La presente relazione fa riferimento ai vulcani attivi nel mondo registrata nel periodo 05 Aprile – 11 Aprile 2017 in base ai criteri Smithsonian/Usgs. Quello descritto, non è un elenco completo di tutti i vulcani in eruzione sulla Terra durante il periodo in questione, ma piuttosto una sintesi di attività vulcanica che soddisfa i criteri illustrati in dettaglio nel paragrafo “Criteri e Dichiarazioni di non Responsabilità”. Attentamente monitorati i report sui vari vulcani vengono pubblicati mensilmente nel Bollettino Vulcanismo Rete Globale.   Nuova attività – in subbuglio: Aira, Kyushu (Japan) Banda Api, Indonesia Cerro Azul, Isla Isabela (Ecuador) Dempo, Indonesia Ibu, Halmahera (Indonesia) Kambalny, Southern Kamchatka (Russia) Attività in corso: Bagana, Bougainville (Papua New Guinea) Bezymianny, Central Kamchatka (Russia) Bogoslof, Fox Islands (USA) Chirinkotan, Kuril Islands (Russia) Cleveland, Chuginadak Island (USA) Colima, Mexico Dukono, Halmahera (Indonesia) Ebeko, Paramushir Island (Russia) Etna, Sicily (Italy) Fuego, Guatemala Kilauea, Hawaiian Islands (USA) Klyuchevskoy, Central Kamchatka (Russia) Nevado del Ruiz, Colombia Nevados de Chillan, Chile Pacaya, Guatemala Sabancaya, Peru Sheveluch, Central Kamchatka (Russia) Sinabung, Indonesia Il Report di attività... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 22 Maggio 2017 maggio 23, 2017 0:07 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 22 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. Tre le regioni presenti sul disco solare; la Regione 2656 (N11W10, Hrx / alpha), la Regione 2658 (S08W13, Cro / beta) e la Regione 2659 (N14E17, Cro / beta). Tutte e tre le regioni sono rimaste tranquille e stabili durante il periodo preso in esame. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (23-25 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 37 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava 3 regioni attive (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count... Mostra articolo

» Pubblicato da
Copertura nevosa dell’emisfero nord in aumento maggio 22, 2017 14:30 pm

 Di Enzo Ragusa Si fa un gran parlare in questi anni, tra la comunità scientifica, ma non solo, di ghiacci polari che arretrano e sempre meno presenti, di neve in forte arretramento alle più alte latitudini, di mari che crescono con le loro acque che vedrebbero invadere le zone costiere e dell’ultimo anno sempre più caldo, ormai divenuto mitologia. In realtà, se ci addentriamo nella tematica, profondamente complessa ma terribilmente affascinante, scopriamo che non è proprio così… anzi ne risulta il perfetto contrario. Come esempio, sotto abbiamo due grafici messi a disposizione dalla blasonata Environment Canada, ente di meteorologia e di ricerca canadese, dove si può notare come l’estensione della copertura nevosa, alla data del 20 maggio 2017 risulti al di sopra della media, addirittura sopra la massima deviazione standard con media di riferimento 1998/2011. A conferma dei grafici poco sopra, postiamo anche il grafico dell’estensione annuale della Rutgers http://climate.rutgers.edu/snowcover/chart_seasonal.php?ui_set=nhland&ui_season=1 Anche da questo grafico possiamo notare come l’estensione nevosa dell’emisfero nord, che parte dal 1967 fino ai giorni nostri la linea standard risulti in un crescendo anche imbarazzante per coloro che caldeggiano il forte arretramento della copertura nevosa. Nella scienza, quella vera, la teoria è un’ipotesi che deve essere necessariamente confermata dalle osservazioni, non il contrario. Se ci affidiamo completamente ai modelli matematici rischiamo di finire fuori carreggiata. Attività... Mostra articolo

» Pubblicato da
Non mettiamo in dubbio? noi il dubbio ce lo abbiamo quotidianamente… e loro no? maggio 22, 2017 7:00 am

 “Non mettiamo in dubbio che il riscaldamento del pianeta sia dovuto in larga misura all’effetto  antropico” Questo è un piccolo estratto da un articolo di un noto meteorologo che spesso ama saltare da una parte all’altra della diatriba climatica… evidentemente in base a ciò che gli conviene, restando però fermamente convinto che il Riscaldamento Globale è causato esclusivamente dall’attività antropica. Come si legge chiaramente nel suo articolo, che mi rifiuto di linkare, la sua posizione è chiara: non ha dubbi.   Ma come… una persona che dovrebbe essere di scienza che non ha dubbi?   Richard P. Feynman si starà rivoltando nella tomba… È stato un fisico e divulgatore scientifico statunitense, Premio Nobel per la fisica nel 1965, che in una intervista prima della morte, ha affermato, a proposito della Teoria delle Stringhe: «Non mi piace il fatto che non calcolano alcunché… Non mi piace che non verificano le loro idee… Non mi piace che quando ci sono disaccordi con un esperimento, essi confezionano una spiegazione, un aggiustamento, per poi dire, “Beh, potrebbe ancora essere giusta” Senza troppa difficoltà, però, l’ultima parte di questa sua frase può essere applicata alla diatriba climatica. Spesso si sentono gli esperti che affermano senza... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 21 Maggio 2017 maggio 21, 2017 23:31 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 21 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. Entrambe le regioni visibili, la Regione 2656 (N11E08, Hax / alpha) e la Regione 2658 (S07E09, Hrx / alpha), sono rimaste silenti e stabili. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (22-24 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 37 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava due regioni attive (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2656 N11E08 69 20 2 HAX 1 A 2658 S07E09 69 10 1 HRX 1 A L’immagine del Sole... Mostra articolo

» Pubblicato da
Temperature Globali da Satellite RSS – Anomalie Mese di Aprile 2017 maggio 21, 2017 20:00 pm

 Di Enzo Ragusa Aprile: Temperatura a livello globale in aumento di 0.0435°C. L’anomalia della temperatura a livello globale con rilevazione da satellite RSS (Remote Sensing System), per quanto riguarda la zona -70,0S/+82,5N in bassa troposfera (TLT) nel mese di aprile è risultata di +0.3917°C, in aumento rispetto al mese di marzo di 0.0435°C. Mese di marzo che aveva chiuso a +0.3482°C. Il trend (+0,135 gradi/decade) della temperatura globale (-70,0S/+82,5N) secondo le misurazioni da satellite RSS (Remote Sensing System)   I dati rilevati per settore: L’emisfero nord (0.0/82.5N) chiude a +0.4603°C, in diminuzione rispetto al mese di marzo di +0.0718°C. Mese di marzo che aveva chiuso a +0.5321°C. L’emisfero sud (70.0S/0.0) chiude a +0.3200°C, in aumento rispetto al mese di marzo di +0.1641°C. Mese di marzo che aveva chiuso a +0.1559°C. Per quanto riguarda invece la zona tropicale (25.0S/25.0N) il mese di aprile chiude a +0.1938°C, in aumento rispetto al mese di marzo di +0.0223°C. Il Mese di marzo aveva chiuso a +0.2161°C.   Le anomalie della temperatura rilevate da satellite RSS (periodo di riferimento 1979-2014) per il mese di marzo 2017 Fonte: RSS Attività Solare

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 20 Maggio 2017 maggio 21, 2017 14:00 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 20 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. Entrambe le regioni visibili, la Regione 2656 (N11E08, Hax / alpha) e la Regione 2658 (S07E09, Hrx / alpha), sono rimaste silenziose e stabili. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (21-23 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 37 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava due regioni attive (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2656 N11E08 69 20 2 HAX 1 A 2658 S07E09 69 10 1 HRX 1 A L’immagine del Sole... Mostra articolo

» Pubblicato da
Vulcani attivi nel mondo: Periodo 29 Marzo – 04 Aprile 2017 maggio 21, 2017 7:00 am

 Di Enzo Ragusa Nel periodo osservato, 4 vulcani hanno iniziato una nuova attività vulcanica, mentre quella tuttora in corso è stata rilevata per 19 vulcani. La presente relazione fa riferimento ai vulcani attivi nel mondo registrata nel periodo 29 Marzo – 04 Aprile 2017 in base ai criteri Smithsonian/Usgs. Quello descritto, non è un elenco completo di tutti i vulcani in eruzione sulla Terra durante il periodo in questione, ma piuttosto una sintesi di attività vulcanica che soddisfa i criteri illustrati in dettaglio nel paragrafo “Criteri e Dichiarazioni di non Responsabilità”. Attentamente monitorati i report sui vari vulcani vengono pubblicati mensilmente nel Bollettino Vulcanismo Rete Globale.   Nuova attività – in subbuglio: Aira, Kyushu (Japan) Ibu, Halmahera (Indonesia) Kambalny, Southern Kamchatka (Russia) Nevados de Chillan, Chile   Attività in corso: Ambrym, Vanuatu Bagana, Bougainville (Papua New Guinea) Bezymianny, Central Kamchatka (Russia) Bogoslof, Fox Islands (USA) Chirinkotan, Kuril Islands (Russia) Cleveland, Chuginadak Island (USA) Colima, Mexico Dukono, Halmahera (Indonesia) Ebeko, Paramushir Island (Russia) Fuego, Guatemala Kilauea, Hawaiian Islands (USA) Klyuchevskoy, Central Kamchatka (Russia) Lokon-Empung, Sulawesi (Indonesia) Reventador, Ecuador Sabancaya, Peru Sheveluch, Central Kamchatka (Russia) Sinabung, Indonesia Suwanosejima, Ryukyu Islands (Japan) Turrialba, Costa Rica Il Report di attività vulcanica settimanale è un... Mostra articolo

» Pubblicato da
Forte aumento del ghiaccio marino artico nel mese di maggio maggio 20, 2017 21:00 pm

 A maggio il ghiaccio artico continua ad essere più ampio di quanto non sia stato recentemente. Come riportato in precedenza, il ghiaccio dell’Atlantico è superiore alle medie precedenti. Date: 20/05/17 / di Ron Clutz, Science Matters L’immagine qui sotto mostra una sorprendente crescita dal giorno 120 (30 aprile), con una pausa che è avvenuta negli ultimi giorni. L’andamento è differente nella zona dei ghiacci del Pacifico, in particolare nello Stretto di Bering che ha iniziato la stagione dello scioglimento prima del previsto, e ora si estende verso il mare di Chuchi, all’interno dell’attuale bacino Artico. Il grafico seguente mostra come nei giorni recenti del 2017 i livelli di ghiaccio del NH sono cresciuti al di sopra della media, anche se frenato dallo scioglimento prematuro del ghiaccio nella zona del Pacifico, in particolare, come visto nello Stretto di Bering. Da notare che dal giorno 138, cioè ieri, il ghiaccio del NH nel 2017 era ~ di 200k km2 al di sopra della media, 300k sopra le stime di SII, 600k al di sopra del 2007 e quasi 800k km2 più dello scorso anno. Il grafico seguente ha dello straordinario e mostra il ghiaccio artico esclusi i mari del Pacifico, di Bering e... Mostra articolo

» Pubblicato da
GROENLANDIA: Oltre 700 giga tonnellate accumulate dal primo settembre maggio 20, 2017 12:00 pm

  Di Enzo Ragusa Sono 700 le giga tonnellate accumulate da inizio stagione in Groenlandia, misura che ora ha superato anche la massima deviazione standard alzata a inizio maggio.   Dunque, continua ancora sui massimi assoluti l’accumulo di ghiaccio e neve, da record assoluto se guardiamo alla data di riferimento 1981-2010. http://beta.dmi.dk/en/groenland/maalinger/greenland-ice-sheet-surface-mass-budget   Nel frattempo continuano le nevicate in Russia, nella Penisola Scandinava, in Canada, Stati Uniti e chi più ne ha più ne metta, ma siamo solo a metà maggio, (sarcastico 😀 ) mentre migliaia di ettari di terreno coltivato sono andati persi.   Ma fortuna che ci stiamo riscaldando, dicono in molti, altrimenti chissà probabilmente saremmo già morti congelati. :/ Attività solare

» Pubblicato da
Le Gravity Waves per “pesare” gli Uragani maggio 20, 2017 7:20 am

 Posted By Guido Guidi Data di pubblicazione: 18 Maggio 2017 Fonte originale: http://www.climatemonitor.it/?p=44512 Volereste dentro un uragano? Magari uno Storm Chaser, uno di quei pazzi furiosi che insegue i temporali sperando di imbattersi in un Tornado darebbe un occhio per farlo, ma quelli, appunto, sono fuori di testa. Eppure, ad oggi, l’unica possibilità di vedere cosa succede dentro un uragano è proprio quella delle misurazioni effettuate dagli aerei al servizio della NOAA, una flotta di alcuni velivoli equipaggiati con sensori di ogni genere che si infilano nei Cicloni Tropicali per raccogliere le informazioni necessarie a nutrire i modelli che ne prevedono l’evoluzione. Non dev’essere un’attività a buon mercato, se si pensa che soltanto tra il 2015 e il 2017 i due velivoli Lockeed WP-3D Orion che insieme al Gulfstream IV ed ai C-130 compongono la flotta, hanno ricevuto un restyling costato ben 35 mln di dollari per migliorarne la sensoristica e l’avionica. Logico quindi che si cerchino altri sistemi per osservare nel dettaglio la struttura e l’intensità di questi fenomeni. Lo spunto viene da un paper pubblicato sul GRL in cui sono pubblicati i risultati di una campagna di osservazione condotta raccogliendo dati sia in volo che con sensori di... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 19 Maggio 2017 maggio 20, 2017 0:04 am

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 19 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La Regione 2656 (N12E36, Hax / alfa) è decaduta e rimasta inattiva. La Regione 2658 (S08E38, Bxo / beta) è stata numerata oggi, ma è rimasta stabile e non ha prodotto attività. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (20-22 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 37 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2656 N12E36 68 20 2 HAX 1 A 2658 S08E38 66... Mostra articolo

» Pubblicato da
Straordinaria tempesta di neve tarda primaverile colpisce le Montagne Rocciose – Stabiliti nuovi record maggio 19, 2017 20:00 pm

 Di Enzo Ragusa Una tempesta di neve straordinariamente eccezionale, chiamata con il nome di Valerie da The Weather Channel, ha scaricato una impressionante quantità di neve sulle Montagne Rocciose, dove a costretto la chiusura di strade, danneggiato alberi e provocato interruzioni di energia elettrica nelle giornate di mercoledì 17 e giovedì 18 maggio 2017. Valerie ha scaricato più di 3 piedi (91,4 cm) di neve facendo scattare l’allarme con emissioni di avvisi e consigli di comportamento per l’arrivo della tempesta invernale in tutto il Wyoming e il Colorado. A Denver, l’ultimo evento nevoso avvenne 43 anni fa. La molta neve caduta ha costretto alcune scuole del Colorado a rinviare le lezioni al giorno successivo. La Associated Press (AP) ha riportato che sono caduti fino a 2 piedi (61 cm) di neve nella giornata di giovedì nella zona del Parco Nazionale delle Montagne Rocciose, obbligando la chiusura di tutte le strade nella zona orientale del parco. La tempesta ha anche costretto alla chiusura i centri di emergenza per riaprire in Colorado. La TWC ha riferito che la tempesta ha causato molti incidenti stradali lungo la Interstate 25 e alcune zone della U.S.36 e U.S.287 nel nord del Colorado. La I-80 nel... Mostra articolo

» Pubblicato da
Ancora sul raffreddamento… oceanico maggio 19, 2017 10:21 am

  Un aggiornamento al volo… anche se per molti è poco significativo …del raffreddamento oceanico sia dell’emisfero boreale che dell’australe. Nel nord del mondo fa impressione, per chi sa leggere le carte, il raffreddamento dell’Oceano Atlantico, di cui parliamo da anni ormai… con una Corrente del Labrador che si sta spingendo “insolitamente” a sud delle coste dell’isola di Terranova (Canada). Si nota anche il Golfo del Messico, sempre in raffreddamento e tutta la parte centrale dell’Atlantico che sta perdendo energia. Da queste prime considerazioni possiamo prevedere una stagione degli uragani sottotono… anche se qualcuno riuscirà a formarsi. Nell’Oceano Pacifico si sta concretizzando il raffreddamento che accompagna la fase negativa della PDO, nella parte nord, ed un raffreddamento lungo le coste del Messico… che, anche qui, porteranno ad una stagione degli uragani sottotono. Il sud del mondo, invece, è impressionante per l’estensione del raffreddamento. Lì siamo in “autunno”… e il caldo estivo non ha avuto alcun effetto visibile sulle temperature dell’oceano. Il trend al raffreddamento, iniziato da anni, continua. E sono sicuro che al termine della stagione invernale (fine Settembre), avremo delle carte marcatamente bluastre. Impressionante il raffreddamento dell’Atlantico australe… con il raffreddamento oceanico che arriva all’Equatore.   Sia chiaro che... Mostra articolo

» Pubblicato da
Nowcasting Solare 18 Maggio 2017 maggio 18, 2017 23:30 pm

 Di Enzo Ragusa Nowcasting solare  Attività odierna: Attività solare che nella giornata del 18 maggio è rimasta a livelli molto bassi, senza mostrare alcuna attività significativa. La Regione 2656 (N11E44, Hrx / alpha) è decaduta e diventata inattiva. Previsioni per le prossime 72 ore: L’attività solare è destinata a restare molto bassa nei prossimi tre giorni (19-21 maggio). ************************************************************ GIORNI SPOTLESS 2017 Al momento 8 i giorni spotless di gennaio, 16 a marzo, di cui gli ultimi 15 consecutivi, 5 in aprile e 6 a maggio. Totale di 36 giorni spotless complessivi nel 2017 per il centro di conteggio del SIDC, Belgio. Il 2016 ha chiuso con 26 giorni senza macchie (conteggio ufficiale SIDC). Conteggio NOAA/SWPC giorni totali 2017: 37 (27%) / giorni totali 2016: 32 (9%)   Il grafico dei Raggi X negli ultimi tre giorni     ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Ne consegue che: Alle ore 08.00 UTC, il disco solare visibile presentava una regione attiva (in risoluzione 2K dalle immagini SDO/HMI Continuum): Num     Lat.      CMD   Long. Area  Extent class count class 2656 N11E50 66 30 2 CSO 3 B L’immagine del Sole di oggi inviata dalla sonda SDO/HMI Continuum   ∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗∗ Conteggio del flusso solare SFU:  La velocità del flusso solare (2,8... Mostra articolo

» Pubblicato da